“L’istinto musicale” è un libro di Philip Ball che ci invita in un viaggio affascinante attraverso la storia e la scienza della musica, esplorando come e perché questa forma d’arte sia così radicata nell’esperienza umana

Nel libro “L’Istinto Musicale”, Philip Ball ci conduce attraverso un’affascinante esplorazione delle profondità della musica umana, esaminando da vicino i suoi elementi costitutivi, le sue radici biologiche e il suo impatto emotivo. Iniziando con un’introduzione di Franco Fabbri, che ci invita a riflettere sul significato e sull’importanza della musica nella nostra vita, Ball ci guida attraverso una serie di capitoli che svelano i misteri della creazione e piacere.

Il libro si apre con un’affascinante esplorazione delle origini evolutive della musica. Ball ci guida attraverso le teorie che cercano di spiegare perché la musica sia emersa in tutte le culture umane, esaminando il suo ruolo nella comunicazione sociale e nell’espressione emotiva. Ciò che emerge è un quadro complesso e affascinante della musica come adattamento evolutivo che risuona profondamente con la nostra natura umana.

Ma “L’istinto musicale” va oltre la mera biologia, esplorando anche le radici cognitive della nostra risposta alla musica. Ball analizza come il cervello umano elabori e comprenda la musica, esaminando le teorie sulla percezione musicale, sulle emozioni generate dalla musica e sull’importanza del ritmo e della melodia nella strutturazione del pensiero umano. Attraverso esempi da diverse culture e tradizioni musicali, l’autore dimostra la universalità dei meccanismi mentali che sottendono alla nostra esperienza musicale.

Il libro esplora anche il ruolo della musica nella società umana, analizzando come la musica sia stata utilizzata per scopi sociali, politici e religiosi in diverse epoche e culture. Attraverso esempi storici e contemporanei, l’autore dimostra come la musica abbia il potere di unire le persone, trasmettere idee e emozioni, creare identità personali e persino promuovere il cambiamento sociale.

Ma forse ciò che rende “L’istinto musicale” così prezioso è la sua capacità di andare oltre l’analisi scientifica e di esplorare il significato più profondo della musica. Con la sua combinazione di rigore scientifico, analisi storica e riflessioni filosofiche, Ball ci guida attraverso un viaggio affascinante illuminando l’impatto profondo e duraturo delle note armoniose sulla nostra vita e sulla nostra cultura.


IN LIBRERIA

Titolo: L’istinto musicale. Come e perchè abbiamo la musica dentro
Autore: Philip Ball
Editore: Dedalo


Articolo precedenteL’universo musicale di Bach in un libro
Articolo successivoLiberare il tempo. Vita e idee di Paul Bley
Autore: Fulvio Binetti
Fulvio Binetti è un editore online, fondatore di Bintmusic.it, musicista, produttore e esperto di comunicazione digitale. Da oltre tre decenni collabora con le principali realtà del campo audiovisivo, discografico ed editoriale, dove si è distinto nella produzione di canzoni e colonne sonore per tv, radio, moda, web ed eventi. In qualità di blogger, condivide approfondimenti su musica, cultura e lifestyle. Per saperne di più leggi la biografia o segui i suoi profili social.