“Musicofilia” di Oliver Sacks è un’opera che esplora il complesso rapporto tra la musica e cervello umano. E’ un libro che stimola la riflessione, ricco di informazioni e allo stesso tempo profondamente umano

Sacks, con la sua prosa eloquente e accessibile, ci guida attraverso una serie di casi clinici, aneddoti personali e riflessioni scientifiche, rivelando come la musica possa influenzare profondamente la nostra identità, le nostre emozioni e persino la nostra neurologia. Il libro si apre con storie di persone che hanno avuto la loro vita trasformata dalla musica, come il caso di un chirurgo colpito da un fulmine che improvvisamente sviluppa una passione per il pianoforte, o quello di un uomo con l’Alzheimer che ritrova momenti di lucidità quando ascolta i brani della sua giovinezza.

Sacks non si limita a narrare gli effetti della musica sul cervello, li analizza con occhio clinico, ma anche con una profonda umanità. Ci mostra come la musica possa essere terapeutica per chi soffre di varie condizioni neurologiche, da quelli con disturbi del movimento come il Parkinson, a quelli con disturbi della memoria. Ogni capitolo di “Musicofilia” è un viaggio nel misterioso mondo dell’interazione tra musica e cervello, e Sacks è un eccellente narratore che sa come catturare l’attenzione del lettore.

Il libro è ricco di dettagli tecnici sui meccanismi cerebrali coinvolti nella percezione e produzione musicale, ma Sacks ha il dono di renderli comprensibili anche ai lettori non specialisti, trasformando concetti complessi in narrazioni affascinanti. Con un approccio che è al tempo stesso scientifico e letterario, il libro si distingue per la capacità di parlare sia al cuore sia alla mente. Sacks ci vuole dire che la musica non è solo un piacere estetico, ma una chiave per comprendere la complessità dell’esperienza umana.

Musicofilia è quindi un libro che merita di essere letto non solo da chi è interessato alla neurologia o alla musica, ma da chiunque sia curioso di sapere di più su come funziona la mente umana. È un tributo alla potenza delle note che connettono con le parti più profonde di noi stessi. Sacks ci lascia con una maggiore apprezzamento il linguaggio dei suoni e una profonda ammirazione per la resilienza e la capacità di adattamento del cervello umano.


IN LIBRERIA

Titolo: Musicofilia: racconti su musica e cervello
Autore: Oliver Sacks
Editore: Adelphi


Articolo precedenteL’opera e le sue storie: compositori trame
Articolo successivoChitarre: enciclopedia completa dei marchi
Autore: Fulvio Binetti
Fulvio Binetti è un editore online, fondatore di Bintmusic.it, musicista, produttore e esperto di comunicazione digitale. Da oltre tre decenni collabora con le principali realtà del campo audiovisivo, discografico ed editoriale, dove si è distinto nella produzione di canzoni e colonne sonore per tv, radio, moda, web ed eventi. In qualità di blogger, condivide approfondimenti su musica, cultura e lifestyle. Per saperne di più leggi la biografia o segui i suoi profili social.