lettore mp3

Welcome to the Social. Dopo i rumors degli ultimi mesi, nelle scorse settimana Microsof ha lanciato sul mercato statunitense Zune, quello che dovrebbe essere il più quotato anti iPod.

Stessa la filosofia, un lettore mp3 portatile in coppia chiusa con uno Zune Software collegato ad un servizio di vendita online. Quasi uguale anche il prezzo rispetto al rivale, 249.99 dollari nella versione con hard disk integrato da 30 Gbyte. Cosa dovrebbe convincere il pubblico ad acquistare il nuovo player Microsoft piuttosto che quello della Apple? Consideriamo che attualmente iPod detiene il 75 % del mercato dei players e da iTunes passa il 72% della musica venduta online. Oltre al costo, anche le caratteristiche dei due apparecchi sembrano molto simili, per non dire identiche.

Per il resto Zune manca forse di un pò di appeal, è uno scatolotto un pò più grande in virtù di uno schermo dalle dimensioni maggiori, ma offre la possibilità di trasferire musica dal computer in modalità wireless. Sempre in modalità senza fili è possibile trasferire brani tra due lettori, semplicemente affiancandoli.

Basterà? Lo stesso Bill Gates non sembra crederci. “L’iPod è un prodotto incredibile, fantastico, fenomenale e il mercato ha forgiato con esso un rapporto naturale e quasi inscindibile”. Al momento l’obiettivo di Zune non sarebbe quindi strappare clienti alla Apple, ma conquistarne di nuovi al mondo dei lettori digitali. Che in futuro potrebbero essere qualcosa di più che semplici players musicali.

La vera intuizione di Microsoft potrebbe nascondersi proprio dietro allo slogan usato per il lancio, “Welcome to the Social”, che indica la capacità di Zune di condividere oggi musica e domani altri contenuti. Le sue caratteristiche wireless lo rendono un terminale perfetto per acquisire e fornire informazioni: nello shopping tra i banchi di un supermercato per ascoltare i consigli d’acquisto e leggere caratteristiche di prodotti; allo stadio per vedere il replay delle azioni; ai concerti per vedere i backstage degli artisti…