Si intitola ‘Half-A-Wing Show’ la retrospettiva organizzata dal Schirn Kunsthalle di Francoforte in collaborazione con il Museo Guggenheim di Bilbao per celebrare il genio di Yoko Ono presentata come artista poliedrica di fama mondiale alla soglia dei suoi ottant’anni di vita.

Sono più di 200 opere in mostra al terzo piano della fantastica costruzione progettata da Frank Gehry, il famoso Guggenheim di Bilbao, dove è possibile seguire l’evoluzione creativa di Yoko Ono, riconosciuta all’inizio come moglie di Lennon poi come artista affermata e influente nel panorama dell’arte contemporanea.

Un percorso poliedrico, quello di Yoko Ono, da vera artista di avanguardia che si snoda dalla metà degli anni Cinquanta fino ai giorni nostri tra disegni, installazioni, video, poesie, film e musica capaci di descrivere la sua lunga carriera che si snoda tra impegno politico, battaglie per il femminismo e la pace senza dimenticare la fede nel potere della fantasia.

Considerata uno dei precursori della Performance art o arte concettuale la Yoko Ono in questo grande evento mostra l’essenza della sua vita come arte ma soprattutto le idee che sono alla base della sua esperienza personale: oggetti come poesie e ancora installazioni che vogliono coinvolgere direttamente il pubblico sia a pensare che ad agire in quello stesso istante.

Tra gli esempi di installazione interattiva è ‘Moving Mountains’, con i visitatori che entrano in uno spazio a far parte di sculture mobili mentre ascoltano la canzone di Yoko Ono creata apposta per l’evento e poi ‘Ceiling Painting’ che invita a salire una scala per arrivare a un cannocchiale sospeso o ‘Painting to Be Stepped On’ che incoraggia a calpestare l’opera dipinta su una tela sul posta sul pavimento.

L’appuntamento con l’arte interattiva, da ‘partecipare’ è fino al 1 Settembre 2014 nella splendida cornice del Museo Guggenheim di Bilbao.