Uomo in posizione yoga

Cos’è lo yoga e cosa serve? Consigli su tecniche, posizioni e benefici di una disciplina che può equilibrare corpo e mente ad ogni età. Come iniziare una pratica antica tra movimento, respirazione e meditazione

Lo Yoga è una disciplina per stare bene e vivere in salute in ogni fase della vita. Si possono prendere lezioni o fare corsi da adulti o bambini, non ci sono età in cui questa pratica non sia raccomandata. Basta affidarsi a personale competente e accettare i propri limiti e senza sforzi è possibile avere un buon punto di partenza per impostare una vita sana e serena, a partire dal gioco.

La parola Yoga significa unire, concentrare, congiungere il corpo alla mente attraverso determinate posizioni fisiche (asana). Ipoteticamente ne sono state calcolate migliaia o molte di più, non è un caso. Ognuna di esse rappresenta il mondo animale, umano e divino in tutte le loro forme e processi in continua trasformazione. Attraverso l’esperienza diretta è possibile immedesimarsi in ciò che si rappresenta. Il corpo guida la pratica ed insegna ad osservarsi e conoscersi nel profondo.

Cos’è lo Yoga?

Le persone in occidente sono spesso attratte principalmente dalle posizioni dello Yoga e dai benefici sul corpo, quasi si trattasse di uno sport. In realtà è una vera e propria disciplina basata sull’equilibrio tra mente e corpo. Una pratica antica dai molti benefici che nel tempo ha sviluppato un’ampia gamma di tecniche sempre in evoluzione. Le novità non riguardano tanto le posizioni da assumere o le tecniche di controllo del respiro o della meditazione, piuttosto le contaminazioni con altre discipline.

Solitamente i maestri di Yoga hanno varie modalità di approccio. Dai più dinamici, che la vedono come ginnastica particolare per entrare in contatto con il proprio corpo senza modelli competitivi. Ai più meditativi legati alla pratica del respiro come principio vitale e al completo rilassamento per privilegiare la conoscenza interiore. In realtà la connessione tra mente, corpo e spirito è la base di tutto. Il fine ultimo rimane unire e armonizzare queste componenti vitali attraverso posizioni particolari e attività di meditazione.

Quando è nato e si è diffuso

Lo Yoga in occidente e in Italia si è diffuso dopo il 1950, quando Indra Devi aprì il suo studio di Yoga a Hollywood nel 1947 per le stelle del cinema. In realtà l’origine di questa pratica si fa risalire addirittura a 10.000 anni fa in India, ma i primi documenti sono nei testi sacri RigVeda usati dai Brahmani, i sacerdoti vedici. Nel corso dei secoli ci sono state continue evoluzioni di idee, credenze e tecniche.

Dallo Yoga classico per arrivare agli stili moderni, si è passati attraverso varie pratiche per purificare il corpo e la mente. Il periodo moderno comincia tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento, quando i maestri indiani cominciarono a viaggiare in Occidente e in America attirando i primi seguaci. L’apertura di scuole di Hatha Yoga in India e la pubblicazione di centinaia di libri stimolarono la diffusione in tutto il mondo.

Perchè lo Yoga fa bene

A cosa serve lo Yoga e quali sono i suoi benefici? Viviamo un mondo difficile e pieno di contraddizioni dal punto di vista economico e sociale. Alle volte sembra che i problemi ci sfuggano di mano. Questa attività è ideale per chi è stressato, sta perdendo l’equilibrio interiore e la fiducia nelle proprie capacità. Alcune persone iniziano per risolvere problemi di salute comuni che vanno dal mal di testa al problemi alla schiena, da malattie cardiache fino alla necessità di perdere peso o dimagrire. Cosa c’è di vero?

Lo Yoga in realtà combina la ginnastica fisica con esercizi di respirazione e meditazione che sono di per sè attività perfette per ripristinare le corrette funzioni vitali, il sistema nervoso e il sistema immunitario. Iniziare può fare riscoprire sensazioni come:

  • Pace interiore per ritrovare calma, benessere psicologico e un migliore sonno. Abbassa i livelli di cortisolo e induce aumento dei livelli di serotonina.
  • Energia fisica e forza maggiore con una postura eretta più corretta. Le posizioni donano maggiore flessibilità e possono sconfiggere dolori articolari.
  • Consapevolezza di sè per far fronte ad ogni situazione negativa. La meditazione aiuta a concentrarsi sul presente equilibrando il sistema nervoso.
  • Controllo del peso come conseguenza di un maggiore controllo mentale e autostima che incoraggia la cura di sé.

Posizioni Yoga canti e gesti

Le posizioni dello Yoga e gli esercizi si chiamano Asana e traggono ispirazione dalla natura, dal mondo animale e dalla mitologia induista. Non richiedono grande forza ma la gestione del proprio peso. Le più conosciute sono la Posizione del Cadavere, Leone, Albero, Pesce e quella del Corvo. Ma cosa vuol dire assumere le Posizioni Yoga? Trasformarsi e ‘diventare’ un albero per esempio significa sperimentare sul proprio corpo i benefici della Posizione dell’Albero. Stare in equilibrio su una sola gamba e percepire stabilità, centralità e forza.

Il respiro gioca un ruolo fondamentale. Migliora la stabilità e il sistema respiratorio e nervoso ne trae giovamento, ma nello Yoga tutto è metafora, fiaba e simbolo. Lo rivelano il nome di ogni asana (posizioni), i mantra (canti) e i mudra (gesti). Si parla attraverso le rappresentazioni.

Posizioni Nel sito le immagini delle posizioni usate nella pratica dello yoga con l’indice di difficoltà e la descrizione, i commenti e le ripetizioni da fare. Tutto in lingua inglese

Doyogawithme Video e immagini sulle varie discipline del mondo dello Yoga per conoscere, imparare e migliorare la propria tecnica attraverso veri e propri corsi a pagamento online. Esiste la possibilità di scegliere la difficoltà, la durata e lo stile con insegnanti spiegano in lingua inglese il corretto posizionamento del corpo

Come iniziare e perchè?

Lo Yoga è adatto a tutte le persone e in qualsiasi situazione: bambini, giovani, adulti, in gravidanza e anziani. L’importante è abbandonare ogni aspetto competitivo e affidarsi a corsi tenuti da maestri competenti. E’ cammino, quasi uno stile di vita, che richiede l’osservanza di alcuni suggerimenti di carattere generale.

Centri e tecniche Un sito che definisce in maniera semplice ed esaustiva lo Yoga come viaggio alla ricerca del sè. Hatha, raja, pranayama, alimentazione e tantra sono le principali voci da consultare nel sito che offre la possibilità di trovare un centro nella città che si preferisce

Giornaledelloyoga Nel sito tutte le informazioni per scoprire le tecniche e le branche in cui si divide. Molti i consigli e le curiosità per intraprendere un giusto cammino spirituale nelle varie discipline

Huffingtonpost Perchè iniziare a fare Yoga? Tutti i benefici delle pratiche yogiche elencati in questo articolo che deriva da centinaia di studi clinici fatti in tutto il mondo

Yoga al lavoro riduce lo stress

Stress da ufficio? Alcune aziende in America hanno introdotto corsi di Yoga sul lavoro per i propri dipendenti. Semplici esercizi per un pieno di energia concentrazione e produttività eliminando le tensioni di corpo e mente. Unita alla meditazione, questa pratica abbassa i livelli di stress e aumenta la capacità creativa e la concentrazione. Proprio ciò che ci vuole in ufficio o in un ambiente di lavoro competitivo e stressante.

Benefici Yoga sul lavoro? Inutile dire che un clima più disteso sul lavoro favorisce i rapporti tra dipendenti e colleghi, ma fa anche aumentare la ricettività è la produttività sale. Basta dare un’occhiata alle più grandi aziende. Apple, Twitter e anche Google offrono da tempo ai propri dipendenti corsi di Yoga e meditazione. Steve Jobs era molto sensibile a questi temi, olltre ad essere un attento praticante buddista sostenitore della meditazione. E visti i risultati si può certo affermare che la meditazione possa davvero aiutare e non solo negli affari.

Sta di fatto che da allora gli esempi nel mondo lavorativo si moltiplicano e c’è chi tra un impegno e l’altro magari organizza corsi o crea un ambiente su misura per momenti di relax meditativo. A Londra la YogaAt, una delle scuola di Yoga più rinomate, è riuscita a crearsi una clientela di alto livello proponendosi come “consulente meditativo” per i dipendenti delle aziende.

Yoga fai da te

Ma se proprio il vostro capo non ne vuole sapere di organizzare corsi Yoga di gruppo, non resta che il fai da te. In fondo basta un semplice tappetino o anche una poltroncina e sfruttare la pausa pranzo. Con un paio di giorni alla settimana si ottengono già dei buoni risultati con semplici movimenti che scacciano lo stress e la tensione per tutto il resto del tempo speso in ufficio tra impegni pressanti.

Fare Yoga sul lavoro è perfetto per chi passa molto tempo alla scrivania davanti a un computer. La sequenza di questo video mostra una serie di esercizi perfetti per rilassare busto, collo ed eliminare tensioni nei muscoli delle spalle e mal di schiena. Ne beneficeranno tendini delle dita, mani e polsi. Potrete scrollarvi di dosso le tensioni in eccesso ed eliminare gli effetti dello stare seduti troppo a lungo davanti al computer.

In fondo basta poco e provare non costa niente. Con pochi minuti durante la giornata lavorativa e alcuni respiri profondi, allungando i muscoli con queste posizioni di Yoga potrete liberare la mente e aiutare il vostro corpo a rimanere in forma. La vostra mente sarà più libera e vi sentirete più sani, felici e senza stress anche tra una scartoffia e l’altra.

Yoga per bambini

Imparare a fare Yoga per i bambini è più facile bambini per la loro naturale flessibilità e senso dell’equilibrio e possono assumere facilmente tante posizioni imparando ad essere mutevoli e plastici, rilassati o scattanti a seconda di ciò che rappresentano. Nei corsi si raccontano miti, storie e si mimano fiori e animali. I bambini sono abituati a vivere una fantasia come se fosse realtà e si immedesimano subito nelle nuove esperienze godendo delle emozioni che ne derivano.

L’atmosfera gioiosa e rilassata è fondamentale per insegnare con efficacia lo Yoga per bambini. L’insegnante deve essere attenta alle esigenze dei bambini e a seconda della fascia d’età proporre soluzioni e modalità differenti. La capacità di impegno dei bambini però è breve, bisogna stimolarli anche con esercizi divertenti sfruttando il fatto che molte posizioni fisiche e gesti prendono il nome da oggetti o animali. Si gioca alle trasformazioni in una sequenza di posizioni sostenute da una storia appassionante mentre ruggiscono come leoni o si muovono come serpenti.

I bambini vivono il mutamento e imparano ad osservarlo. In questo modo si divertono e crescono mentre il corpo lavora. La pratica regolare riduce lo stress a vantaggio del profitto e della socializzazione ed in particolare viene sviluppata più consapevolezza sia a livello fisico che mentale. I piccoli sono più calmi e aumenta l’attenzione al respiro insieme alla capacità di riflettere e concentrarsi. In America esistono insegnanti e scuole in cui si insegna a meditare all’inizio e fine lezione con risultati sono decisamente incoraggianti.

Buti fitness

Lo Yoga non è abbastanza per scaricare tensioni? Per sudare sette camicie a ritmo di danza, ecco il Buti Fitness, un allenamento ad alta intensità che si concentra su un mix sapiente di esercizi Yoga coniugati a vari stili di danza che si esprimono attraverso una selvaggia agitazione del corpo a ritmo di musica. Questa nuova pratica è stata creata da Bizzie Gold famosa trainer famosa di Los Angeles e presenti in Italia in alcuni centri fitness di benessere Yoga e pilates

Il Buti Fitness è una vera e propria disciplina che diverte, fa sudare e rimodella il corpo coinvolgendo diversi muscoli. I movimenti sincronizzati con il respiro aiutano ad aumentare forza muscolare, resistenza, flessibilità e naturalmente ridurre i livelli di stress. Una danza liberatoria ed esplosiva che si rifà alla tradizione afro-Caraibica, di cui questa attività fonde l’aspetto più spettacolare addolcito dalla pratica dello Yoga in versione Vinyasa. Il programma per ogni seduta prevede un inizio dolce, più vicino alla pratica Yoga, che poi si trasforma, fino ad arrivare a ritmi sostenuti. Aumentando la frequenza cardiaca si bruciano in media 700 calorie per un’ora di allenamento che termina con 10 minuti di relax e stretching mirato.