Il lancio di Windows 8, nuovo sistema operativo della Microsoft in grado di unire con un’unica piattaforma il mondo di computer, tablet, smartphone e tv. Questa è la sua maggiore forza o debolezza?

Dopo avere dominato gli ultimi 20 anni nel settore dei sistemi operativi per computer, Microsoft cerca di riconquistare la scena: aveva il 67 % di mercato dei dispositivi di elaborazione nel 2008 ed oggi gli è rimasto un 30 %. Leader è diventato Google che con Android per telefoni e tablet è al 40 %, mentre Apple si attesta al 20 %. Windows 7 in ogni caso è stato venduto in 670 milioni di copie.

Dopo 1240 milioni ore di test Windows 8 sarà abbastanza innovativo ed elegante per attirare i consumatori sempre più appassionati di smartphone e tablet? Il CEO di Microsoft Steve Ballmer non ha dubbi. Nella presentazione in diretta da New York ne ha esaltato le caratteristiche: veloce, perfetto con le sue mattonelle per dispositivi touch ma anche con il vecchio menu start per chi lo userà con il mouse. Poi ci penserà una campagna pubblicitaria e di marketing da 1 miliardo di dollari a fare il resto. Più di 1.000 modelli di PC sono stati certificati per funzionare con Windows 8 che sarà disponibile contemporaneamente su il Tablet Surface, mentre le App Store di Windows, ancora pochine per la verità, sono disponibili già in 231 mercati. Per quanto riguarda i prezzi, l’upgrade da una versione precedente (Windows 7, XP, Vista) a Windows 8 Pro costerà 59,99 euro, il download online 29,99 euro, mentre il sistema completo in dollari, costerà 99,99 e 139,99 nella versione Windows 8 Pro.