Alla fine Microsoft ha stupito tutti con l’effetto sorpresa più grande: il numero. Saltare Windows 9 e passare direttamente al Windows 10 non è solo un modo per marcare una netta differenza con il passato, ma serve a fare parlare di sè e a giudicare dai trend topic su Twitter si direbbe che la mossa è sicuramente azzeccata.

Per chi invece non si ferma al nome e al marketing ma vuole andare un pò più a fondo sulle caratteristiche della piattaforma più utilizzata a livello mondiale tutti i giorni da miliardi persone, il nuovo sistema operativo Windows 10 è stato studiato per essere utilizzato su pc desktop e portatili, tablet, smartphone, tv.

Un programma o un App potrà essere utilizzata su tutti i dispositivi in modo da avere una compatibilità e una portabilità dei propri documenti o programmi totale. A differenza di Windows 8 che non ha ottenuto il successo sperato, nel senso che molti utenti sono rimasti al più rassicurante Windows 7, specie sotto il profilo della grafica e usabilità, Microsoft ha modificato Windows 10 in modo da convincere gli indecisi. Come? Tornando al passato.

Torna ad esempio il menu start, cliccando sul quale si vedranno programmi e App installate e dal quale potranno essere effettuate ricerche sui file del computer e online. Torna la possibilità di aprire programmi in finestre separate e non esclusivamente a schermo intero come su Windows 8, ma con una gestione grafica di cartelle e programmi migliorata e semplificata e con la possibilità di gestire più desktop virtuali sulla barra delle applicazioni.

Windows 10 oltre ad essere ottimizzato per ogni dispositivo pc, tablet e smarphone, ha inoltre una funzione chiamata Continum che garantisce una piena compatibilità con i dispositivi ibridi che si trasformano da portatili a tablet. Quando si potrà provare? Il nuovo sistema operativo Microsoft verrà rilasciato nel corso del 2015, dopo un periodo di prova che servirà a migliorarne ulteriormente le caratteristiche.