Bacio tra sposi a matrimonio organizzato da wedding planner

Affidarsi a un wedding planner per un matrimonio o meglio il fai da te? Un esperto del settore ha tutta l’esperienza necessaria per organizzare la festa con meno tempo e stress. Ma quanto costa ai futuri sposi farsi aiutare?

Diminuiscono i matrimoni ma non la voglia di celebrarli in grande stile, senza badare a spese. Ecco perchè affidarsi al wedding planner può essere la soluzione migliore per esaudire qualsiasi desiderio ma soprattutto per arrivare sani e salvi alla data fatidica. Difficile organizzare e incastrare tutti gli impegni: contattare i fornitori, decidere location e menù senza dimenticare i dettagli e i contrattempi che puntualmente si presentano.

Cosa significa wedding planner? La traduzione letterale è organizzatore di matrimoni, ovvero una figura professionale si occupa di tutti gli aspetti che nascono quando si decide di sposarsi e di invitare gli amici ad un banchetto. L’America insegna, qui è nata la figura del wedding planner: una professione redditizia soprattutto se praticata ad alti livelli. Si tratta di organizzare e di gestire fin nei minimi particolari un grande evento. Un vero e proprio lavoro che tiene conto sia dell’aspetto materiale di pianificazione di modi e tempi sia di quello legato alla capacità di gestire i rapporti umani.

Il wedding planner dev’essere una persona orientata al business dotata di gusto e savoir faire capace di interpretare le esigenze dei committenti. Un vero manager fatto di conoscenza e non di improvvisazione. Non a caso in Italia esiste l’Associazione Nazionale Wedding Planner che tutela la categoria e organizza un percorso formativo specifico con tanto di certificazione finale. I corsi possono durare 3 mesi o anche più anni, incluso lo stage. Dal master wedding and event planner ai corsi più specifici per venire incontro alle esigenze di chiunque si avvicina a questa nuova professione.

Perchè assumere un wedding planner

Lavorare a stretto contatto con una persona preparata è in grado di dare consigli è sempre piacevole. Ovvio è necessario fidarsi affidandosi ad agenzie specializzate o al passaparola. In questo caso i pro sono molti anche se apparentemente banali.

  • Può fare risparmiare soldi consigliando location più adatte o avendo particolari rapporti con i fornitori di cibo, catering, intrattenimento ecc.
  • Mantiene budget prefissato senza sorprese fino alla fine. C’è la certezza che il prezzo non cambierà per meglio pianificare ogni cosa.
  • Ha molte buone idee che solo un professionista del settore può avere. Sia che si tratti di divertimento o di stile generale dell’offerta.
  • Risolve problemi che capitano regolarmente nell’organizzare una festa. Qualcosa non funziona o un impianto che si rompe? Lui pensa a tutto.
  • Fa risparmiare tempo perchè conosce perfettamente tutti gli aspetti di una festa di matrimonio perfetta e consente di fare scelte più consapevoli
  • Elimina lo stress e le preoccupazioni aiutando ad organizzare ogni dettaglio con una consulenza professionale che mette fuori gioco eventuali pareri di familiari non richiesti.

Quanto costa wedding planner

Bisogna sapere che questo specialista ha bisogno dai nove ai diciotto mesi per organizzare il matrimonio desiderato. Quindi una volta decisa indicativamente la data meglio contattare subito l’esperto pronto a pianificare l’evento in accordo con i diretti interessati. Definire il budget e lo stile da adottare è fondamentale per creare quell’armonia di insieme che insieme all’eleganza e alla cura dei particolari fa la differenza.

In generale sono circa 7 miliardi di euro spesi tutti gli anni da più di 250 mila italiani per trasformare le nozze in un giorno indimenticabile. La consulenza di un wedding planner in Italia parte dai 1.500 euro fino ad arrivare a cifre da capogiro che possono essere stabilite anche in base a una percentuale sull’importo complessivo dell’evento. C’è chi guadagna dalle 10 ai 25 mila euro a coppia rivolgendosi al mercato internazionale.

L’esempio è Elisa Mocci che dieci anni fa si è praticamente inventava il mestiere di wedding planner. Ha puntato sugli stranieri attratti dal bel Paese come location ideale per matrimoni esclusivi. In questo modo è riuscita ad entrare nel campo del lusso più sfrenato fino ad organizzare matrimoni milionari. Ma non solo. Ha avviato un’importante accademia come scuola di formazione per professionisti del settore.

Quanto guadagna wedding planner

Il guadagno di un wedding planner dipende dal committente, non esiste un matrimonio standard. Dai più esclusivi a quelli ordinari, il compito del wedding planner è interpretare le esigenze dei protagonisti e proporre soluzioni su misura. Matrimoni internazionali, con scenografia da favola, catering di pregio, fotografie, video e musica di qualità sono solo alcune delle proposte che i più quotati wedding planner assicurano ai propri clienti. Ma esiste anche la versione più sobria.

Come farsi conoscere? Un buon wedding planner devolve una buona quota del suo tempo e denaro al marketing mirato. Il passaparola rimane il canale privilegiato insieme a una promozione capillare sui social network e durante gli eventi di settore. E’ possibile affittare l’esperto anche per un giorno o due per impostare il lavoro o seguirlo di persona durante il matrimonio.