xbox

Per la gioia dei ragazzi e non solo.. il primo concerto sinfonico sulle note delle colonne sonore dei videogiochi più famosi, da Tetris a Mario Bros. La game music, un genere nuovo, un fenomeno a sè che di bip-bip ha ben poco…

Negli Stati Uniti è già un caso, con tredici date all’attivo e due concerti ospitati nel prestigioso Hollywood Bowl. Il prossimo appuntamento a Londra per la prima europea che si preannuncia un vero proprio show multimediale con tanto di musica, effetti speciali e interattività. Ogni pezzo eseguito dall’orchestra sinfonica, è infatti sincronizzato con il video proiettato su un maxi schermo e accompagnato da uno spettacolo speciale di suoni, luci e laser. Non solo: vengono ricreati dal vivo segmenti tratti dai videogame, ai quali partecipa attivamente il pubblico di ogni età.

La cosa incredibile è che gli addetti ai lavori sono convinti che rappresenti il futuro della musica sinfonica. “Sono sempre di più i musicisti classici che si avvicinano alla game music”, commenta Laura Karpman, che ha composto il tema di EverQuest III. “E credo che sia proprio questa la destinazione verso cui sta andando la musica classica”. Tallarico, che è un esperto del genere avendo lavorato su oltre 250 giochi negli ultimi 16 anni, arriva persino a paragonarlo all’apparizione dell’opera, che diede nuovo vigore e linfa vitale al panorama musicale e ai concerti. “Se Beethoven fosse vivo oggi, comporrebbe musica per videogiochi”, ha detto Tallarico alla Bbc.