viaggiatori cinesi

Sono i viaggiatori cinesi benestanti a spendere di più per una settimana di vacanza: scelgono i migliori hotel di lusso, si dedicano allo shopping nei negozi di alta moda e amano la cultura

Secondo un’indagine pubblicata sulla rivista mensile Hurun Report sullo stile di vita e preferenze di marca dei consumatori più ricchi della Cina, si fanno strada i viaggiatori cinesi di lusso, turisti che non badano a spese anche per gli amici e parenti ai quali riserva regali-souvenir di pregio. In media un viaggiatore di lusso cinese spende sui 875 euro a cui però si aggiungono le spese per il viaggio e l’albergo, quello di gran lusso in località di gran classe come Parigi, per esempio, mentre si fanno strada Svizzera, Regno Unito, l’Italia e Germania.

Per i viaggiatori cinesi le attrazioni principali sono i ristoranti e i negozi di ogni sorta a patto che siano trendy e di marca insieme a un’attenzione sempre più particolare alla cultura che per il giovane cinese aperto al mondo diventa di importanza fondamentale. Se prima il periodo preferito per viaggiare era concentrato nei primi mesi dell’anno e a ottobre, oggi si viaggia tutto l’anno con una comitiva ridotta dalle 10 alle 3 persone.

Sempre secondo indagini di mercato, questa volta condotta per conto del gruppo Barclays, sono sempre i viaggiatori cinesi che sostengono la spesa di beni di lusso in Europa insieme ai viaggiatori provenienti dagli Stati Uniti, Taiwan, Emirati Arabi, Corea, Australia e Canada di fronte a un forte calo del turismo russo. Orologi, gioielli, pelletteria di lusso sono le categorie più ricercate nel mercato europeo.

Un dato importante da non sottovalutare è la cultura come bene esclusivo che sempre più viaggiatori cinesi colti, quelli che dispongono di capitali da investire in viaggi e istruzioni, desiderano conoscere più da vicino. Ed è questo proposito che la Fondazione Italia-Cina ha programmato nuove iniziative per incentivare lo scambio tra università, per favorire l’accoglienza e la permanenza nel nostro Paese.