annunci immobiliari vendere casa

Come va il mercato immobiliare in tempi di crisi? Dopo un 2011 che malgrado tutto presentava ancora segnali positivi per le compravendite nelle grandi città, il 2012 parte con un meno 20%.

L’81% degli italiani è proprietario di casa contro il 64% del 1981, ma tra crisi e tasse sulla casa la propensione all’acquisto sembra davvero essersi fermata. I dati dell’Agenzia del Territorio sono relativi ai primi tre mesi del 2012: le compravendite di abitazioni in Italia sono cadute complessivamente del 19,6% rispetto al 2011, da 136.780 a 110.021 unità. Le vendite di case vanno malissimo a Palermo (-26,5%), Genova (-21,8%), Roma (-20,6%) e Torino (-18,1%). Un pò meglio a Milano (-10,7%) e Napoli (-9,8%) ma non c’è da stare allegri: si tratta dello stop peggiore dal 2004. Con le banche che concedono malvolentieri mutui (calati del 40% sul 2011) e la crisi di liquidità nelle tasche dei cittadini, il futuro non promette bene anche se per ora i prezzi sono calati solo dell’1,4%. Crescono invece del 10,8% gli italiani che investono all’estero, specie in monolocali, magari da affittare.