Vacanze in bici con borse

Come organizzare delle vacanza in bici e dove andare in Italia ed Europa? Ecco alcuni consigli per viaggi in bicicletta organizzati da tour operator e soluzioni fai da te con itinerari per single, gruppi o famiglie con bambini

Le vacanze in bici in Italia o Europa sono una soluzione ideale per divertirsi e viaggiare da soli o in compagnia. Se non siete super sportivi non c’è problema, non serve essere atleti in cerca di performance. Il settore del cicloturismo è in continua crescita, pronto a soddisfare qualsiasi esigenza. Per un viaggio su due ruote basta essere un poco allenati, amare la natura e sapere apprezzare il bello dei ritmi lenti.

Fare vacanze in bici è un modo di viaggiare diverso, entrando in una dimensione più a misura d’uomo, lontano dalla confusione e dallo stress. Abbandonati treni, aerei e le code in automobile, ad avere la meglio nel viaggio in bicicletta è il ritmo lento della pedalata. Certo prima di partire conviene macinare qualche decina o centinaio di chilometri sulle strade di casa. Una volta che la muscolatura e il fiato lo consentono, pedalare in pianura fa stare bene e non è mai troppo faticoso. Piuttosto si entra in una dimensione più umana, accompagnati dalla visione del paesaggio che cambia continuamente lungo piste ciclabili o itinerari sicuri lontani dal traffico.

Per chi è nuovo di vacanze in bici e vuole affrontare un percorso di qualche centinaio di chilometri, il suggerimento è partire in gruppo appoggiandosi a una organizzazione o a un tour operator. Altrimenti si può decidere per il fai da te in Italia e Europa.

Vacanze in bici fai da te

Quale bicicletta scegliere? Volendosi invece organizzare da soli un viaggio in bicicletta è necessario considerare prima di tutto il mezzo su cui pedalare. Certo la bicicletta scassata che si tiene in cantina ferma da qualche anno non può andare bene, a meno di non sistemarla a dovere. Per chi cerca il nuovo, sul mercato si trovano citybike, bici elettriche, family tandem, carrellini e biciclette per i più piccoli. Inoltre ci sono tutta una serie di accessori a disposizione di chi decide di affidarsi a personale specializzato.

Preparazione fisica Abbiamo già detto che per fare delle vacanze in bici non serve essere atleti ma avere il senso dei propri limiti. Nell’organizzare un itinerario da soli o in gruppo non si deve mai esagerare prefiggendosi chissà quale chilometraggio giornaliero. All’inizio bastano 30 chilometri di pedalata distribuiti nell’arco della giornata. Tra gite culturali, passeggiate in campagna e bagni al mare è facile entrare in sintonia con l’ambiente e le persone vicine.

Per vacanze in bici fai da te meglio indirizzarsi verso i maggiori itinerari ciclabili dove è più facile trovare servizi su misura per i viaggiatori in bici compreso officine per eventuali riparazioni. I più pratici possono fare tesoro della rete ciclabile europea che vanta diversi itinerari ciclabili esistenti e in divenire con ciclovie ad anello. Ognuno sceglie il tratto che preferisce appoggiandosi a servizi e infrastrutture documentate da associazioni come Eurovelo, riconosciuta e sostenute dall’Unione europea. Oltre ad avere una bicicletta in ordine, per fare delle vacanze in bici è necessario avere un abbigliamento adeguato e una serie di accessori.

Vacanze in bici organizzate

I tour operator italiani o stranieri propongono vari itinerari e si occupano di organizzare tutta la vacanza. In questo modo basta portarsi solo l’occorrente per la giornata. Così non è necessario attrezzare la bicicletta con borse e altri accessori per lunghi viaggi. Basta rivolgersi ad uno dei tanti tour operator specializzati. Alcuni comprendono il noleggio delle biciclette, il pernottamento e l’assistenza lungo itinerari di vari livelli. Questo tipo di vacanze in bici è anche l’ideale per la famiglia con bambini che devono solo preoccuparsi di pedalare e di godersi la vacanza.

Vacanze in bici con trasporto bagagli Volendo ci sono pacchetti in cui valorizzare il rapporto fra acqua e terra abbinando lo spostamento in bicicletta al pernottamento su barca. Battelli o chiatte confortevoli seguono l’itinerario lungo i fiumi o canali, trasportano i bagagli assicurando vitto e alloggio sull’acqua. L’Olanda è un tipico luogo in cui viaggiare in questo modo innamorandosi dei suoi paesaggi lungo dighe, chiuse e argini. In Francia ci sono la Provenza e la Camargue che offrono avventure simili.

Vacanze in bici Europa

Viaggiare in bicicletta in Europa offre una scelta di itinerari davvero molto ampia a cominciare dall’Austria, una delle mete prediletta dei cicloturisti. Qui è un vero piacere pedalare lungo le numerose ciclovie che costeggiano bellezze naturali e culturali. La pista ciclabile del Danubio ed in particolare il tratto da Passau a Vienna è la più semplice alla portata delle famiglie con bambini piccoli. Molto bello l’itinerario del Lago di Costanza e della zona dei laghi nei pressi di Salisburgo, il Salzkammaergut.

Vacanze in bici Europa, c’è solo l’imbarazzo della scelta. Il percorso pianeggiante che collega tre dei più importanti fiumi europei (Loira, Reno, Danubio) passando tra dieci Paesi diversi compare tra le prime scelte, insieme alla famosa rotta dei pellegrini che dalla Norvegia porta a Santiago de Compostela. Con le vacanze in bici è possibile raggiungere persino Londra partendo da Parigi lungo l’Avenue Verte. Si tratta di un percorso ciclabile di varia difficoltà di 365 chilometri per chi ha voglia di mettersi alla prova.

Vacanze in bici Italia

Se nei paesi del nord Europa pedalare è sempre stata una bella consuetudine, finalmente la passione della bicicletta è in aumento anche in Italia. Così sul territorio nascono finalmente molte alternative per viaggiare in bici da nord a sud. Ad esempio tra gli itinerari più famosi in Italia c’è la Lunga via delle Dolomiti che si collega alle ciclabili del Trentino e del Veneto, fino a raggiungere Venezia.

Nel sud Italia la Sicilia è impegnata in un progetto che collega le sue cinque province di Agrigento, Caltanisetta, Ragusa, Siracusa e Trapani all’isola di Malta e Gozo. Di certo per chi vuole organizzare una vacanza in bici l’informazione su internet non manca. Consigli e mappe interattive delle piste ciclabili e dei migliori itinerari si trovano un pò ovunque, dalle Greenways fino alle Ciclovie di qualità segnalate da Bicitalia per pedalare in sicurezza da nord a sud in mezzo a panorami indimenticabili.

Vacanze in bici cosa portare

Indumenti Cominciamo da due paia di pantaloncini imbottiti, poi varie magliette a maniche corte o lunghe eventualmente tecniche da ciclismo con tasche posteriori. A seconda dell’itinerario e della stagione è necessario portare una giacca da ciclismo più o meno pesante e impermeabile ed eventualmente degli scaldamuscoli per braccia e gambe. Scarpe da bici con aggancio automatico o meno dipendono dal tipo di mezzo che userete.

Accessori Innanzitutto il casco protettivo, poi dei guanti da ciclismo e una borraccia per bere nei giorni più caldi. Un piccolo zaino per altri vestiti, smartphone e effetti personali. Tra le cose da portare in un viaggio in bicicletta ci sono sicuramente anche crema solare, occhiali da sole o da ciclismo, snack energetici, crema per sfregamento con sellino. Non dimenticarsi un kit di riparazione per gomme, camere d’aria e attrezzi. per viaggiare di notte delle luci anteriori e posteriori.