vacanze gratis

Come fare vacanze gratis o quasi con famiglia e bambini? Se siete a corto di soldi ma avete voglia di viaggiare ci si può affidare al baratto. Un sistema per alloggiare in bed & breakfast italiani offrendo in cambio lavoro e servizi

Fare vacanze gratis o quasi senza rinunciare al piacere di una gita fuori porta con pochi soldi in tasca, al tempo di internet è diventato possibile. Se in tempo di crisi in famiglia è necessario trovare soluzioni alternative per risparmiare la Settimana del baratto può essere una buona opportunità.

La settimana del baratto si tiene tutti gli anni la terza settimana di novembre ed è nata per offrire a tutti al possibilità di trascorrere un periodo di vacanze gratis o quasi in cambio di servizi e materiali usati. Fin dalla prima edizione tanti vacanzieri in tempo di crisi ne hanno approfittato decretandone un buon successo. Non si tratta solo della possibilità allettante di fare una vacanza gratuita o all’insegna del risparmio. L’iniziativa sembra fatta apposta per favorire lo scambio di cultura, esperienze cose ed oggetti usati.

Oltre alle vacanze gratis quindi la proposta è diventata successivamente più articolata. Il baratto e lo scambio di soggiorni, alloggi e colazione dura tutto l’anno coinvolgendo più di 800 bed and breakfast italiani.

Vacanze gratis in cambio di servizi

Ma per trascorrere vacanze gratis o quasi, la domanda è d’obbligo: con quali prodotti, lavori o servizi le devo barattare? Per questo scambio alla pari non serve essere dei maestri o dei geni o brillare particolarmente in qualche materia. Tutto va bene, anche perchè i gestori approfittano dell’occasione per fare conoscere al pubblico le strutture ricettive. Un modo per riempire le stanze con una proposta allettante per il pubblico anche in periodi di bassa stagione.

L’esperienza della persona è comunque il bene più prezioso. Allora via libera a giardinieri, cuochi, musicisti, fotografi, meccanici e chi più ne ha ne metta. Ma la Settimana del baratto e le iniziative ad essa collegate sono anche l’ideale per chi vuole liberarsi di indumenti e oggetti vari. Lampade, computer, quadri e tutto ciò che si tiene in cantina e non serve più in casa, magari può essere scambiato con il gestore di un bed and breakfast in cambio di ospitalità e colazione di rito.

Baratto o moneta virtuale

L’idea delle vacanze gratis in cambio di qualcosa si rifà alle origini dell’uomo, quando il denaro ancora non esisteva. Oggi sembra che i soldi siano la cosa più importante e che con essi si possa conquistare tutto, ma la storia della civiltà è andata in modo diverso. Il concetto e l’aspetto del denaro e il sistema di scambio basato sui soldi si è evoluto per cinquemila anni e non è ancora finito. Dai metalli preziosi all’oro ora siamo in piena era digitale e dopo le carte di credito e il pagamento con smartphone c’è chi guarda ai bitcoin come moneta del futuro.

Ma c’è stato un tempo in cui la moneta di scambio era solo ed esclusivamente il fornire un servizio o altra merce. Con il baratto significa che stiamo ritornando al passato? Chissà. Basta guardare su internet su siti come Zerorelativo, per rendersi conto dell’enorme successo che questa forma di pagamento e di scambio di beni sta avendo in molti settori. Oltre al semplice baratto di merci e prodotti, esistono portali come Reeose dove lo scambio viene effettuato sotto l’egida del riutilizzo sostenibile. Chi è bravo guadagna crediti in moneta virtuale che consentono di acquistare ciò che si desidera, a gratis.