foglia spiaggia

Si chiama turismo medicale quello fatto di viaggi che hanno come fine principale la persona e le cure mediche, magari per operazioni a prezzi più accessibili e con personale specializzato. Un fenomeno in forte crescita che coinvolge pazienti di tutto il mondo, specie verso paesi esotici come la Malesia.

Da molti anni esiste la moda del turismo medicale, sanitario o medico che dir si voglia, specializzato in odontoiatria piuttosto che in procreazione assistita, ma è in questi ultimi anni di crisi economica il fenomeno si è notevolmente sviluppato invadendo qualsiasi tipo di cura medica. Se infatti prima si andava a Budapest o a Praga per le cure dentistiche e a Tunisi per interventi estetici adesso è più conveniente fare uno screening completo in un paese esotico da sogno, dove al pacchetto turistico trovi incluse cure mediche all’avanguardia a prezzi ragionevoli.

Tra tutte le destinazioni, ultimamente la Malesia sembra diventata meta ambita del turismo medicale, vuoi per le tariffe mediche a prezzi convenienti, vuoi per l’ottimo livello di prepaprazione del suo personale, in particolare per quanto riguarda i trattamenti ortopedici. Non a caso l’incremento dei pazienti stranieri nel 2011 è stato del 48% rispetto all’anno precedente. Tra le altre mete ambite in tutto il mondo per farsi curare all’estero troviamo Israele per la chirurgia estetica, la Corea del Sud per otorinolaringoiatria, infertilità, cure dentistiche, la Turchia con un famoso centro di fecondazione assistita, ma anche Puerto Rico, India, Panama, Brasile, Costa Rica: vuoi per motivi economici che per la qualità del personale medico specializzato.