trovare testi di canzoni

Volete trovare testi di canzoni gratis? Da oggi non serve più navigare su decine di siti improbabili. Google ha implementato una nuova funzione che mostra le parole del brano desiderato direttamente nei risultati di ricerca in modo facile, legale e remunerativo per gli autori

Proprio così: se state navigando online per trovare testi di canzoni, d’ora in avanti sarà sufficiente collegarsi a Google e digitare il titolo della canzone seguito da “testo” e come per magia il motore di ricerca vi svelerà direttamente le parole cercate. Non ci credete? Collegatevi su Google e digitate “Imagine John Lennon testo“. Vale anche per canzoni italiane e per le più famose non serve nemmeno il nome del cantante: provate ad esempio con “Alba chiara“. Visto?

Il giochetto vale con qualsiasi titolo di canzone italiana o straniera di cui siete in cerca delle parole. La funzione per trovare testi di canzoni non è la prima e non sarà nemmeno l’ultima implementata da Google (dopo viaggi, meteo, risultati delle partite), che vuole rendere il suo motore di ricerca sempre più intelligente e vicino alle esigenze dell’utente. In questo caso non saranno certo felici i proprietari dei tanti siti dedicati alla ricerca dei testi delle canzoni, ma per gli appassionati di karaoke, cantanti, musicisti e gruppi di ogni genere e livello, si tratta sicuramente di una bella novità.

Il tutto è reso possibile grazie ad una partnership di Google con LyricFind, un sito internazionale leader nel trovare testi di canzoni fondato nel 2004, che per offrire legalmente il servizio ha stretto accordi con oltre 4000 editori in tutto il mondo tra cui Universal, Sony, Warner ed altri ancora. Per Google il vantaggio è veicolare direttamente l’utente in cerca del testo di una canzone direttamente sulla pagina di Google Play Music, dove è possibile acquistare e scaricare l’mp3 del brano o ascoltarlo in streaming.

dai testi Nuove entrate per autori e editori musicali

Inoltre in questo modo vengono ridimensionati tutti i siti ingannevoli e illegali che con la scusa del testo propongono altri servizi senza destinare un centesimo a editori e autori. Saranno gli unici a piangere. Secondo il fondatore di LyricFind, che ha già collaudato il servizio sul motore di ricerca di Microsoft Bing, la partnership con Google invece porterà esclusivamente vantaggi, non solo agli utenti, ma anche e soprattutto per gli autori dei brani che verosimilmente incrementeranno i guadagni grazie alle loro canzoni più famose.

In ballo c’è una torta da milioni di dollari, evidentemente non per tutti i musicisti. Lo schema di ripartizione è secondo la logica di mercato del web: più visualizzazioni, in questo caso dei testi, significano più entrate. In ogni caso l’ingresso di Google nel settore è una buona notizia per l’industria della musica sempre in cerca di nuove forme di monetizzazione dei contenuti: trovare testi di canzoni è un buon modo per fare soldi.