Treccia ai capelli

La treccia ai capelli non smette mai di essere protagonista in numerose acconciature alla moda: a coda alta, laterale, alla francese o a spina di pesce? Come si fanno le trecce lunghe e corte per valorizzare il viso

La treccia ai capelli non finisce mai di essere di moda. Può esserci qualche stagione in cui poche donne si lanciano nell’impresa di avere acconciature con le trecce. Ma subito dopo diventano una vera specialità per gli hair stylist che da New York a Los Angeles lanciano nuove mode sulle passerelle del cinema e del pret a porter.

Le treccia ai capelli assicura un look classico ed elegante in ogni occasione. E anche sulle passerelle di moda l’acconciatura intrecciata non smette di sorprendere con modelli originali capaci di valorizzare il viso e l’abbigliamento del momento. Persino le celebrità non si fanno attendere e diventano esempi da cui trarre ispirazione. Non ci sono limiti al tipo di capelli, le varianti sono all’ordine del giorno. Lunghi, corti, lisci o ricci non fa differenza si utilizzano anche quelle finte e le extension.

Per fare una treccia ai capelli è davvero interessante scoprire quante tecniche esistono. Alcune più classiche, mentre altre spaziano nell’universo creativo. L’arte delle pettinature intrecciate sembra non avere confini.

Treccia ai capelli come si fa

Si parte dallo stile classico e si aggiungono dettagli unici, sempre più particolari e ricercati per uno stile unico e originale. Trecce avvolgenti, stravaganti molto larghe per i capelli lunghi, intrecci bassi, a coda intrecciata e poi attorcigliata. Romantiche o stravaganti, le varianti sembrano infinite.

I nomi delle trecce ai capelli sono indicativi del risultato: alla francese, a spina di pesce, attaccate alla testa, a cascate, a quattro ciocche, laterale e doppia treccia. Poi ci sono tutta una serie di gadget e gioielli che possono entrare a far parte dell’acconciatura. Gli anelli ad esempio diventano un elemento decorativo capace di impreziosire anche la più semplice treccia. Lo stesso vale per pietre luccicanti e nastri favolosi. Non a caso negli ultimi anni il corsetto a treccia è riapparso sulla scena.

L’origine delle trecce ai capelli è da ricercare nella storia, quando le dame del Rinascimento usavano aggiunge un tocco di raffinatezza alle trecce infilando e intrecciando gli stessi nastri di diverse dimensioni e materiali nell’acconciatura. La moda del così detto Corset braid air sembra essere la nuova tendenza pronta a scendere sulle passerelle con bellezze sognanti che evocano i modelli delle gran dame e delle principesse d’altri tempi.

Treccia a spina di pesce

Le trecce a spina di pesce sono tra le più richieste insieme alla più morbida versione alla francese facile da realizzare con effetto assicurato. Ma le opzioni sono davvero tante e la possibilità di giocare con i capelli è accessibili a tutti. I tanti tutorial che si possono trovare online aiutano e dare indicazioni preziose per iniziare e sviluppare nuovi metodi di intreccio.

Per le acconciature più elaborate mani esperte e prodotti specifici aiutano a lucidare la chioma e a preservarla dallo stress da tiraggio eccessivo. Il consiglio è infatti di non esagerare con lo stile intrecciato che più indebolire i capelli se mantenuto per un periodo di tempo troppo prolungato. Meglio fare delle pause di un mese e lasciare i capelli sciolti all’aria aperta, liberi di respirare.