travel blogger

Viaggiare, visitare, assaggiare, provare e soprattutto raccontare condividendo sul web esperienze: andare in vacanza può essere una professione. Come diventare travel blogger di successo trasformando la passione per i viaggi in lavoro? Una guida rapida con tutti i segreti

Basta dare un’occhiata sul web per rendersi conto della varietà delle proposte per viaggiatori che desiderano preparare una vacanza su misura. Addio alle agenzie turistiche, ormai i viaggi quasi tutti li organizzano da soli online seguendo le indicazioni di portali e siti di viaggi, lasciandosi guidare dal proprio istinto ma anche e soprattutto guardando immagini e ascoltando i racconti di chi c’è già stato. E qui entra in gioco il travel blogger.

Se prima bastava il racconto di qualche amico e le interminabili serate a guardare diapositive per convincerci della bellezza di un viaggio, ora il settore vanta veri e propri professionisti in grado di suggerire le località migliori e più attraenti per ogni tipo di pubblico. Relax, divertimento, natura, arte: ce n’è davvero per tutti i gusti. La differenza dall’amico è che il travel blogger non viaggia per passione, o meglio non solo per passione. Con le vacanze si guadagna da vivere.

Come diventare travel blogger

Forse non tutti lo sanno ma un bravo travel blogger arriva a guadagnare anche 10mila euro al mese. La strada certo non è facile perchè tutto passa attraverso una fase che si richiama al marketing e riguarda ogni genere di prodotto o servizio: costruirsi un pubblico. Per far questo servono capacità e conoscenze specifiche del settore dei viaggi ma anche e soprattutto del mondo online. Prima di tutto bisogna aprire un blog rivolgendosi ad un professionista o utilizzando una delle piattaforme esistenti gratuite per creare blog. Ma poi inizia il bello che qui riassumiamo in alcuni punti:

Creare contenuti utili

Per prima cosa è necessario creare contenuti utili per i viaggiatori con suggerimenti e consigli di viaggio, informazioni dettagliate su cibi tipici delle zone visitate, cosa fare o dove alloggiare e molto altro ancora. Il tutto condito con fotografie, video e con uno stile narrativo interessante e magari divertente. La chiave per diventare un travel blogger di successo è avere passione e comunicarla, scegliendo mete magari uniche e impressionanti. Questo però non basta.

Conoscere motori di ricerca e social

Per avere successo su internet in generale e quindi anche per un blog di viaggi è necessario conoscere la Seo (search engine optimization). Si tratta di sapere come arrivare in cima ai motori di ricerca, essere presenti sui social network e condividere post e notizie su apposite pagine Facebook e Twitter, pubblicare foto su Instagram e magari video su YouTube.

Creare newletter e mailing list

Per fare in modo di raggiungere gli utenti in modo preciso non c’è niente di meglio di inviare una newletter settimanale con le ultime novità. Il punto è avere le email dei propri utenti. Come fare? Costruire una mailing list è forse più importante di essere presenti sui social media ma richiede tempo. Offrire qualcosa gratis (approfondimenti, guide ecc.) in cambio di una email è il sistema che funziona di più.

Fare pubblicità al proprio blog

Cento, mille o un milione di visitatori unici al mese? Tutto quanto visto in precedenza potrebbe non essere sufficiente per farsi conoscere ad un pubblico molto vasto e quindi potrebbe essere necessario spendere soldi per farsi pubblicità veicolando utenti sul proprio sito con Google Adwords o altri sistemi.

Diventare editori online

Se alla fine riuscirete ad ottenere pubblico e utenti vi troverete a fare gli editori online occupandovi di fotografia, testi, grafica, marketing, graphic design, pubbliche relazioni, sviluppo web, operatore video e si spera anche di aspetti economici. Infatti le vostre entrate arriveranno da annunci e sponsorizzazioni che saranno proporzionali al numero di utenti del vostro blog. Sono davvero tante le cose da fare. A questo punto forse potreste avere bisogno e permettervi di assumere qualcuno che vi aiuti lasciandovi tempo per ciò che più vi appassiona.

Cosa c’entra tutto questo lavoro che deve sobbarcarsi un Travel blogger con la passione per i viaggi? Diciamo che senza un vero motore e una motivazione che vi spingerà a insistere non combinerete mai nulla di buono. I risultati online non arrivano mai per caso: serve molto impegno, professionalità e tantissime ore di lavoro. Ok, è tempo di vacanze: godetevele.