Giocatore tennis su terra rossa

Giocare a tennis a livello amatoriale fa bene: è divertente e scaccia lo stress, stimola la concentrazione e migliora il tono muscolare in tutto il corpo. Ma come si gioca, dove imparare e quali sono i tornei con i tennisti più famosi?

Vi ricordate le partite di John McEnroe o forse non eravate ancora nati? Il tennis è uno sport tra i più conosciuti e praticati in Italia e all’estero e ha avuto un momento di grande popolarità. Ai tempi di Panatta, Borg e dello stesso McEnroe, quando i tornei erano trasmessi in diretta televisiva tutti ne parlavano, ma non è mai stato uno sport popolare, nel senso etimologico del termine, ovvero di massa e senza distinzione di classi. Ma se non tutti ci giocano fin da bambini è anche per una questione di mode e tendenze sociali.

Oggi tutto il mondo dello sport sembra ruotare attorno al calcio, cosa che non fa una piega dal punto di vista economico. Se invece parliamo di puro divertimento, giocare a tennis è decisamente divertente, oltre ad essere un efficace allenamento per grandi e bambini. Alcuni studi realizzati recentemente in Inghilterra e Danimarca sostengono addirittura come la sua pratica costante sia un elisir di lunga vita, migliore di qualsiasi altra attività sportiva o dell’allenamento in palestra.

Benefici del tennis

Una ricerca effettuata in 25 anni su persone di ogni età non lascia dubbi sui benefici del tennis anche per aumentare l’aspettativa di vita. I risultati dello studio sostengono come, indipendentemente dal livello economico e sociale, giocare allunghi la vita di 9,7 anni. Meglio di attività ancora come l’andare in bicicletta (3,7 anni), correre (3,2), ma anche del giocare a calcio (5 anni) o a badminton (6,2 anni). La causa sarebbe l’alto grado di socializzazione con altri giocatori unitamente ad un moderato impegno fisico, fondamentale per il buon funzionamente del cervello ad ogni età.

Dal punto di vista prettamente atletico il tennis fa bene perchè oltre a tonificare gambe e braccia, impegna il fisico nella sua completezza. E’ un allenamento aerobico intenso fatto di scatti, volèe e lunghi scambi da fondo campo. Giocando si bruciano fino a 600 calorie all’ora senza quasi nemmeno accorgersene. Certo, la preparazione atletica insieme a una discreta capacità di coordinazione è fondamentale per sostenere un incontro, ma sono la concentrazione ed il cervello a fare la differenza e la mente ne trae grossi vantaggi.

Quando i tennisti si impegnano a dare il meglio di sè sul campo, a valutare l’avversario e dosare le proprie forze per sferrare attacchi su vari fronti, il cervello si allontana dai problemi quotidiani per concentrarsi sull’azione, beneficiando del momento preciso. I grandi campioni del tennis lo sanno bene, primo fra tutti Andrè Agassi che lo ha raccontato anche in una famosa biografia. Una mente attenta e precisa guida la pallina ed è fondamentale per vincere qualsiasi match.

Tennis per bambini e anziani

Quando iniziare a giocare a tennis e quando smettere? Secondo gli esperti è uno sport completo adatto ai bambini a partire dai cinque o sei anni con racchette e palline molto più leggere del normale per evitare qualsiasi tipo di trauma sulle braccia. Oltre ad allenare fisicamente al coordinamento e sviluppare la muscolatura di tutto il corpo, il tennis diventa un importante momento educativo. I bambino impegnato sul campo come unico protagonista di fronte all’avversario è un modo perfetto per formare il carattere.

Controindicazioni del tennis? Se praticato a livello amatoriale senza esagerare, il tennis diventa uno sport completo sotto ogni punto di vista, adatto sia ai bambini che agli adulti e anziani che non presentano particolari patologie. L’importante è non affaticare il fisico e l’apparato circolatorio con continui allenamenti soprattutto nel periodo estivo, negli orari di punta, quando il caldo sui campi da tennis all’aperto diventa quasi insopportabile. Per chi ha problemi alle articolazioni delle ginocchia meglio evitare i campi con superfici sintetiche e in cemento.

Preparazione atletica per giocare

Nel gioco del tennis anche il corpo vuole la sua parte: rapidità, forza e resistenza sono necessarie a sostenere un’ora a livelli medi. Lo sforzo fisico dipende dal livello da cui si parte e dai risultati che si vogliono ottenere. Il consiglio è di cominciare con gradualità, soprattutto per chi conduce una vita sedentaria e non è abituato a fare sforzi di nessun tipo. Meglio programmare un’attività moderata di corsa, piscina o bicicletta giusto per arrivare con un minimo di preparazione fisica e non affaticare inutilmente l’organismo.

Tennis come iniziare? Se si è alle prime armi scegliere un maestro almeno per l’impostazione iniziale e poi allenarsi con avversari dello stesso livello. La scelta della racchetta non è un dettaglio di poco conto, deve rispecchiare le esigenze e le caratteristiche di chi la impugna compreso lo stile e la preparazione per non incorrere in spiacevoli inconvenienti come il gomito del tennista e infiammazioni varie alle articolazioni. Anche il riscaldamento prima di iniziare con saltelli, corsa sul posto e stretching. Insieme a una buona idratazione prima dopo e durante lo sport aiuta la prestazione.

Differenze superfici tennis

Non tutti i campi da tennis sono uguali, cambia il materiale ma sopratutto il modo di giocare. C’è chi sostiene che la terra rossa sia l’unica vera superficie dei grandi campioni che hanno vinto i tornei di Roland Garros, Montecarlo Roma, mentre altri preferiscono i terreni sintetici in cemento o erba artificiale. I campi in terra battuta sono stati inventati da due inglesi che cercando una alternativa all’erba, sparsero su un campo una polvere di argilla ottenuta sbriciolando vasi e mattoni.

I campi in terra rossa hanno una manutenzione maggiore rispetto a quelli sintetici in cemento, moquette o acrilico. La palla rimbalza di più e favoriscono un gioco più lento, laborioso, tattico e per qualcuno più bello rispetto alla pura forza e velocità che serve sul cemento. Il fatto che gli americani definiscano come dirt questa superficie, fa capire come giocarci può essere faticoso e imprevedibile a seconda delle condizioni meteo e e non solo. Tra i campi naturali quelli in erba sono poco usati dato l’alto costo di mantenimento. Il torneo di Winbledon deve la sua fama anche alla superficie che offre rimbalzi attenuati e obbliga ad un gioco veloce.

Quanto costa imparare e giocare?

Per giocare a tennis non serve essere milionari e non è uno sport costosissimo se paragonato ad altre attività ricreative che spesso favoriscono la sedentarietà con gravi danni sulla salute. Anche se in Italia è sempre stato considerato uno sport per classi sociali economicamente agiate, l’attrezzatura si può acquistare con poche decine di euro nei grandi outlet sportivi. Poi ci sono i campi da affittare, anche comunali per poche decine di euro a coppia. Infine per imparare a giocare bisogna iscriversi a corsi di gruppo o prendere lezioni con un maestro singolo.

Per quanto riguarda i corsi di tennis per bambini si parte da un costo di circa 500 euro all’anno per lezioni di gruppo. Si può iniziare anche con scuole private tenute da maestri certificati. Il fai da te è sconsigliato perchè essendo un gioco molto tecnico, la sua pratica richiede continuità e impegno, oltre che preparazione fisica. Insomma, mentre tutti i bambini italiani giocano a calcio in oratorio, ancora in pochi calcano la terra rossa per palleggiare elegantemente. Peccato, perchè ne varrebbe la pena.

Tornei Tennis famosi

Malgrado i tempi d’oro siano finiti, quando anche al bar si parlava di tornei e c’erano giocatori famosi capaci di incollare milioni di persone davanti alla televisione, il gioco del tennis è ancora molto seguito in televisione. Anche se oggi per guardare un incontro serve un abbonamento a Sky, i campioni italiani ci sono ancora. Ecco allora una guida ai maggiori tornei del mondo.

Us Open Uno dei 6 maggiori tornei al mondo, si svolge tra agosto e settembre sui campi di Flushing Meadows a New York ma ha una storia che inizia nel 1881

Australian open Primo dei quattro tornei del Grande Slam, si svolge al Melbourne Park durante la terza e la quarta settimana di gennaio

Miami Open Torneo di Tennis che si svolge ogni mese di marzo in America a Miami e che ha un palmares di protagonist e vincitori di eccessione, da Agssi a Sampras

Montecarlo E’ uno dei tornei più prestigiosi e si svolge in aprile. Tra i tanti campioni a vincerlo nel 1967 fu anche il nostro Nicola Pietrangeli

Internazionali Italia E’ il sito ufficiale degli Italian Open di tennis di Roma e contiene tutte le notizie e le immagini anche delle passate edizioni

Atp world tour Il sito dei tornei di tennis risultati del circuito ATP con le notizie, I risultati e le classifiche, le schede dei migliori tennisti mondiali e le news sul tennis internazionale

Ws Open Western and Southern Open di Cincinnati, dal 1899 è uno dei tornei con una maggiore storia nel tennis internazionale

Wimbledon La storia il presente e il futuro del torneo di Wimbledon, con immagini e webcam

Il tennis italiano Appuntamenti nazionali e internazionali con i tornei Apt e Wta: tutti i calendari delle partite e i tabelloni con i migliori giocatori del mondo

NewsTennis Informazioni e notizie tornei di tennis risultati atp e open internazionali, partite in diretta dai campi e classifiche. Poi immagini e video di tennisti e la storia di tutte le principali manifestazioni

TennisItaliano Informazioni su tennis italiano e internazionale nel campo maschile e femminile con le classifiche dei tornei, le immagini, la storia dei campioni