Fa un certo effetto vederle cantare insieme con passione sulla stessa canzone: Carmen Consoli, Nada, Emma, Elisa, Irene Grandi e Gianna Nannini in ordine di apparizione su un video di una canzone per un progetto che vuole fare conoscere l’attività del Telefono Rosa contro la violenza sulle donne.

Mentre nel mondo dilaga la canzone stupida, sono alcune delle ragazze della musica italiana a spiegarci che mettendoci parole, note e passione si può e si deve fare anche dell’altro, ad esempio denunciando alcune storture della società. In questo caso l’argomento è la violenza sulle donne e la canzone serve a sostenere il Telefono Rosa facendo conoscere al grande pubblico il numero nazionale anti violenza 1522 curato dal Dipartimento Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio.

Carmen Consoli il compito di radunare alcune delle maggiori interpreti femminili che da sempre si sono distinte per il loro carattere e una apprezzata vivacità di pensiero che si rispecchia anche nel loro lavoro. La cantantessa per prima, già premiata nel 2010 da Amnesty per la canzone Mio Zio sempre sul tema della violenza delle donne, torna sull’argomento insieme a cinque colleghe e amiche presentando una nuova versione del suo brano intitolato La Signora del quinto piano.

Facile intuire di cosa parli la canzone parte dell’ultimo album di Carmen Consoli “L’abitudine di tornare”. Interpretato con passione e intensità espressiva da tutte le sei cantanti, il brano sullo stalking vuole essere un sostegno reale alle donne in difficoltà: acquistadolo o ascoltandolo in streaming sui maggiori servizi online, tutti i proventi andranno a favore dei progetti di sostegno e recupero organizzati dal Telefono Rosa.

L’Associazione Telefono Rosa è formata da volontari ed è nata nel 1988. Ad oggi ha aiutato oltre 700mila donne ad uscire da ogni genere di vessazione di origine fisica e psicologica, un numero davvero enorme in un paese che si ritiene moderno e civile come l’Italia. Al progetto di sostegno collaborano oltre 90 figure professionali tra psicologi, avvocati, psichiatri e medici.

Per qualsiasi informazione o necessità ci si può collegare al sito ufficiale è www.telefonorosa.it o appunto telefonare al numero 1522.