Malgrado i problemi di budget che anche l’anno scorso hanno minato l’esistenza del Premio Tenco e che oggi si ripresentano ancora più gravi, in attesa di sapere con quale formula la rassegna del 2012 andrà in onda, il Club Tenco continua le sue attività

Da un lato organizzando conferenze, presentazioni di dischi e libri, collaborazioni a vari festival in tema di canzone d’autore e poi ancora cercando nuovi artisti con la rassegna ‘Il Tenco ascolta’ e dall’altro organizzando le votazioni per le “Targhe Tenco 2012”. In particolare una giuria composta da oltre 200 giornalisti specializzati ha candidato i finalisti che verranno poi proclamati vincitori di ogni sezione.

Cantautori: Afterhours, “Padania”; Vinicio Capossela, “Rebetiko Gymnastas”; Dente, “Io tra di noi”; Edda, “Odio i vivi”; Fabularasa, “D’amore e di marea”; Il Teatro degli Orrori, “Il mondo nuovo”; Zibba, “Come il suono dei passi sulla neve”. Album in dialetto: Enzo Avitabile, “Black tarantella”; Mario Incudine, “Italia talìa”; Lautari, “C’era cu c’era”; Lou Dalfin, “Cavalier Faidit”; Raiz & Radicanto, “Casa”

Opera prima: Roberta Barabino, “Magot”; Giovanni Block, “Un posto ideale”; Colapesce, “Un meraviglioso declino”; Dellera, “Colonna sonora originale”; Giacomo Lariccia, “Colpo di sole”; Elsa Martin, “vERsO”. Interpreti: Francesco Baccini, “Baccini canta Tenco”; DauniaOrchestra, “Di fame di denaro di passioni”; I Luf: “I Luf cantano Guccini”; Massimo Priviero – Michele Gazich, “Folkrock”; Daniele Sepe, “Canzoniere illustrato”. Le Targhe Tenco 2011 erano state assegnate nelle rispettive sezioni a Vinicio Capossela, Patrizia Laquidara e Hotel Rif, Cristiano Angelini, Roberta Allosio.