Una panoramica su surf, windsurf e kitesurf, dall’origine alla tecniche fino alla cultura che li circonda. Scopriamo di più su questi incredibili sport e sull’emozione di cavalcare le onde spinti dalla forza del mare o da quella del vento con una vela o un aquilone

Surf, windsurf e kitesurf sono sport acquatici emozionanti che affondano le loro radici in antiche tradizioni. Quando ci sono le condizioni di vento e onde giuste, in qualunque stagione anceh sui litorali italiani si vedono impavidi appassionati solcare onde, sfidare venti anche gelidi e meteo inclemente pur di trovare le condizioni ideali per surfare o veleggiare e divertirsi da soli o in compagnia.

Qual è lo sport più emozionante tra surf, il windsurf e il kitesurf? Difficile dirlo, anche perchè non si tratta solo di sport acquatici, ma veri e propri stili di vita che incarnano la passione per il mare, la ricerca dell’adrenalina e l’armonia con la natura. In questo articolo, esploreremo le origini storiche e le evoluzioni tecniche di queste affascinanti discipline che condividono radici comuni e principi tecnici, pur differenziandosi per attrezzature e tecniche.

Indice

Storia di surf, windsurf e kitesurf

Il desiderio di surfare le onde ha radici antiche, risalenti alle culture polinesiane e hawaiane, dove era parte integrante della vita quotidiana e delle cerimonie religiose. Inizialmente il surf era praticato su tavole di legno scolpite a mano, mentre nel XX secolo sono stati introdotti tavole in fibra di vetro e materiali più leggeri. La passione per questo sport, uscita dai video e dagli schermi cinematografici, si è diffusa anche sulle nostre spiagge.

Dal film “Un mercoledì da leoni” ad oggi di tempo ne è passato parecchio, ma molti sport acquatici, che sembravano storicamente confinati ad altri paesi e latitudini, hanno raggiunto anche i nostri giovani. Oramai non è raro vedere surfisti impegnati sulle coste italiane e malgrado le onde dei nostri mari non siano altissime, i cosiddetti “spot” per chi ama solcare le onde sono sempre più diffusi.

Il windsurf, invece, ha origini più recenti, risalenti agli anni ’60 in Europa, quando pionieri come Hoyle Schweitzer e Jim Drake svilupparono la prima tavola a vela. Il kitesurf, o kiteboarding, è nato negli anni ’80 e ’90, combinando elementi di surf e windsurf con l’aggiunta di un aquilone per il traino. Più al largo invece naviga chi utilizza la tavola attaccata ad un aquilone del kitesurf o chi sfrutta il vento per solcare mare e laghi con i windsurf.

Surf, windsurf e kitesurf sono sport affascinanti che combinano abilità fisiche, connessione con la natura e una forte dose di adrenalina. Ogni sport ha la sua specifica attrezzatura e tecnica. Nel surf, la scelta della tavola e la capacità di leggere le onde sono fondamentali. Nel windsurf, la vela e la tavola devono essere adattate alle condizioni del vento. Nel kitesurf, il controllo del kite e la sicurezza sono essenziali per godere appieno dell’esperienza.

Surf: tecniche per imparare

Le tecniche di surf includono il paddling per raggiungere le onde, la rincorsa per catturare la giusta onda e il pop-up per alzarsi rapidamente sulla tavola. Se siete alle prime armi dovrete innanzitutto frequentare un corso o seguire uno dei tanti tutorial online. La prima lezione si svolge a riva sulla spiaggia con alcuni esercizi per prendere confidenza con la tavola. Si tratta di imparare la tecnica del pop up che consiste nell’inseguire l’onda pagaiando con le braccia fino ad alzarsi sulla tavola in piedi.

Una volta imparate le prime nozioni di tecnica, prima di entrare in acqua dovrete scegliere uno spot con onde non troppo alte che si infrangono in prossimità della battigia o comunque non troppo lontano dalla spiaggia e poi arriva il bello. Pagaiando verso il bianco ci si porta oltre l’onda stando attenti a che non ci siano altri surfisti sul percorso. Mentre l’onda si avvicina da dietro sempre sdraiati si inizia a pagaiare per cogliere il momento giusto per essere trasportati.

I surfisti esperti padroneggiano anche tecniche avanzate come il tubo, il cutback e il floater, che consentono di cavalcare le onde in modo creativo e spettacolare. In tutto il mondo i praticanti del surf sono oltre 20 milioni, principalmente in Brasile (3 milioni), America e Australia. In Europa vanno forte tutti paesi che si affacciano sull’Oceano e che godono di onde decisamente ideali per questo sport. In testa l’Inghilterra (500 mila praticanti), seguita da Francia, Spagna e Portogallo e Italia, dove gli appassionati sono circa 30 mila, in crescita negli ultimi anni.

Surfer E’ il magazine più seguito dai surfisti di tutto il mondo e contiene forum di appassionati, previsioni delle onde, guide per imparare a surfare, video, tavole, abbigliamento e accessori

Surfcorner Portale del surf da onda italiano, riporta informazioni sui venti, previsioni meteorologiche ma anche consigli su località, video e immagini per imparare la tecnica. Webcam degli spot e tante altre informazioni per gli appassionati di surf in tutte le regioni italiane

WorldSurfLeague Il sito ufficiale della ASP Association of Surfing Professionals con notizie, eventi, classifiche, fotografie e video con i campioni impegnati a solcare le onde

Previsioni onde Dal sito ufficiale del meteo le informazioni aggiornate sulla situazione di venti e mari negli spot in tutta Italia, creato appositamente per chi cavalca le onde con la tavola

Windsurf: tra vento e onde

Il windsurf è un tipo speciale di barca a vela che monta l’albero direttamente su una tavola da surf. L’idea originale risale al 1935, ma le caratteristiche furono perfezionate solo nel 1967. Dieci anni dopo cominciò ad avere grande successo e a diffondersi, prima in America e poi in tutto il mondo. La forma della tavola e delle vele con gli anni si è modificata, diventando sempre più piccola ed essenziale, mentre le moderne hanno un profilo alare con stecche che le tengono in tensione anche con venti deboli. Dimensione, peso e superficie velica dipendono dalle varie specialità del windsurf come velocità, regata, salto delle onde.

Il funzionamento e la tecnica del windsurf è del tutto simile a quello della barca vela. Chi pratica questo sport deve conoscere i venti e le andature come chi naviga con le derive o con grandi barche. Le tecniche di windsurf includono la posizione corretta sulla tavola, la gestione della vela per sfruttare al meglio il vento e il controllo della direzione e della velocità attraverso l’uso delle leve e dei movimenti del corpo. Gli windsurfisti più abili possono eseguire manovre come il jibe e il tack, che consentono di cambiare direzione senza perdere velocità.

Windsurf Il magazine numero uno nel mondo per gli appassionati di windsurf con articoli, gallery, video, meteo, mercatino e forum per essere sempre aggiornati. Il windsurf dal 2008 è una classe olimpica e regate e competizioni si disputano in tutto il mondo.

Kitesurf: l’emozione pura

Il kitesurf è una disciplina relativamente recente che combina elementi del surf con quelli del parapendio. I kitesurfisti utilizzano un aquilone (kite) per trarre energia dal vento e compiere acrobazie spettacolari. Questo sport si è rapidamente diffuso grazie alla sua spettacolarità e alla sensazione di volo che offre. Le tecniche di kitesurf includono il controllo preciso dell’aquilone per sfruttare al meglio la forza del vento, il mantenimento dell’equilibrio sulla tavola e l’esecuzione di salti e trick.

I kitesurfisti devono anche essere consapevoli della sicurezza, poiché l’aquilone può generare forze considerevoli e il vento può cambiare improvvisamente. Si tratta di una attività che richiede conoscenze dettagliate sul vento e non solo, dato che molto importanti sono tutte le dotazioni di sicurezza anche per non creare problemi agli altri. Come nel caso del surf con le onde, anche per iniziare il kitesurf il fai da te è altamente sconsigliato.

Prima di provare è sicuramente meglio prendere qualche lezione da un istruttore specializzato, leggere qualche manuale e seguire qualche buon video tutorial online. Anche in questo caso prima di scendere in acqua con il kitesurf è necessario imparare a destreggiarsi con l’aquilone su una spiaggia. Fare volare la vela nel modo opportuno è fondamentale per sfruttare la sua forza propulsiva senza correre rischi inutili.

Kitesurfbuy Un servizio di shopping online per acquistare tutti gli accessori necessari per la pratica di questo sport. Informazioni su corsi e viaggi organizzati


Articolo precedenteFuorisalone di Milano: la design week
Articolo successivoSport in tv: canali, programmi e dirette
Autore: Redazione
Da due decenni esploriamo idee che dalla musica coinvolgono cultura, società e lifestyle. Scrivendo di passioni, tecnologia, mercato, economia e benessere, trattiamo alcuni temi anche per stimolare riflessioni che promuovano uno stile di vita più armonioso e consapevole. Le nostre pubblicazioni hanno raggiunto milioni di lettori.