lettori dvd blu ray

Non solo il compact disc sta per andare in pensione, ma tra qualche tempo anche i Dvd con una capacità di qualche Gigabyte per immagazzinare musica o film sembreranno ridicoli: un gruppo di ricercatori australiani ha realizzato un «Super Dvd» con una nuova tecnologia in grado di aumentare la capienza fino a 1,6 – 10 terabyte, che potrà contenere oltre 300 film o addirittura 250.000 canzoni.

Era il 1980 quando il compact disc, inventato dalla Sony insieme alla Philips, entrò sul mercato con i suoi 750 Megabyte (capacità scelta dal presidente della Sony, sembra affinchè potesse contenere tutta la nona sinfonia di Beethoven). Stessa capienza anche per i Cd rom con cui iniziò l’epoca della masterizzazione di software e musica. Poi nel 1999 arrivarono i Dvd con i loro 1,4 GB diventati nel tempo 2,8, 4,7… 17 GB con la tecnologia due lati e doppio strato. Infine siamo ai Blu-ray Disc in grado di raggiungere 200 GB di memoria e ai recentissimi dischi olografici della Sony da 500 GB di dati…

Certo, 500 GB sono tanti, ma per il futuro si parla addirittura di 10 terabyte, ovvero 10.000 GB. Com’è possibile? I Super Dvd possono contare su una nuova tecnologia di registrazione ottica definita “a cinque dimensioni”, contro le due dei tradizionali Cd e Dvd. In pratica, per aumentare lo spazio immagazzinabile, si registrano dati con diverse lunghezze d’onda della luce e inoltre si varia l’angolo del laser di registrazione.

Questo sistema tra l’altro offre notevoli vantaggi da un punto di vista della produzione industriale, rispetto ad esempio anche ai dischi olografici, in quanto il processo di registrazione non è molto diverso da quello attualmente in uso nei Cd e Dvd. Comunque, anche se i ricercatori australiani sono già in contatto con Samsung per la realizzazione di un lettore compatibile, ci vorranno ancora alcuni anni perchè il Super Dvd faccia il suo ingresso nel mercato.

I dubbi che circondano il Super Dvd non sono di tipo tecnologico, ma piuttosto riguardano l’effettiva necessità di un suo inserimento in un mercato in continua evoluzione: tra 5-10 anni film e musica probabilmente si scaricheranno molto più velocemente di ora da internet grazie a computer e apparati portatili sempre connessi. Sarà quindi forse superfluo immagazzinare file e nel caso ce ne fosse ancora la necessità, lo si potrà fare molto più agevolmente usando supporti di memoria Ram tipo chiavette Usb (molto più capienti ed economiche di quelle attuali), che dalla loro hanno anche il fatto di non richiedere lettori di Super Dvd tanto particolari.