ragazzi allenamento

Trasformare il suono in una specie di arma? Ecco uno strumento capace di allontanare i ragazzini, che con le loro intemperanze davanti ai negozi, infastidiscono i potenziali clienti.

Ognuno di noi, a ragione o a torto, può trovare alcuni generi musicali insopportabili. Nessun genere è escluso: l’antipatia varia con l’età. Ma l’invenzione dell’inglese Howard Stepleton, specialista in sistemi di sicurezza, va ancora oltre. La sensibilità dell’apparato uditivo umano si riduce con il passare degli anni ed in particolare il fenomeno riguarda le frequenze più acute. Mosquito, l’apparecchio “scaccia adolescenti” di Stepleton, sfrutta proprio questo principio, producendo un suono insopportabile, ma solo per i giovani con meno di 20 anni: le altre persone non avvertono nulla.

L’esperimento è stato condotto davanti ad un grande magazzino della cittadina di Barry, nel Galles, luogo in cui gli esercenti erano oramai esasperati dalle intemperanze dei giovani. Appena acceso l’apparecchio, effettivamente gli adolescenti si sono dovuti allontanare di corsa, tra le scuse del proprietario che si è giustificato sostenendo che il suono serviva ad allontanare gli uccelli. In realtà, secondo il professore di neurofisiologia all’Università di Oxford Andrew King, l’udito dell’uomo perde di sensibilità con il passare del tempo, ma non c’è un’età precisa in cui questo accade. Il rischio dello strumento, sarebbe quindi quello di infastidire un gran numero di persone in più rispetto ai soli facinorosi, per non contare lo spavento arrecato ai bambini piccoli. Ecco perchè il proprietario dei magazzini del Galles starebbe pensando ad una soluzione meno drastica, ma forse ugualmente efficace, per allontanare i fanciulli scalmanati: inondarli di musica classica.