conversazione telefonica

Se pensavate che le suonerie, relativamente alla salute, potessero tutt’al più causare problemi ai nervi o alterazione dell’equilibrio psicofisico del malcapitato vicino di squillo, ora per mettere d’accordo tutti arrivano dal Giappone le ‘suonerie terapeutiche’ che invece i problemi promettono di risolverli. Allergie, insonnia, postumi da sbronza..? Uno squillo e passa tutto.

Quella che sembra una trovata perfetta per il Primo di Aprile, in Giappone rischia invece di essere un fenomeno preso molto sul serio. Garantisce Matsumi Suzuki, inventore delle suonerie terapeutiche, da otto anni capo del “Japan Ringing Tone Laboratory”, componente del “Japan Acoustic Laboratory” che ha vinto numerosi premi presso il prestigioso “National Research Institute of Police Science”. Insomma non ci sarebbe niente da ridere, se non per i responsabili della Index, operatore di telefonia tra i più grandi del Giappone, che si godono il successo del servizio di download personalizzato: una suoneria a pagamento per ogni sintomo da risolvere, a scelta tra 27 piccoli problemi di salute, o forse solo fissazioni sul proprio stato fisico.

Già, perchè malgrado l’esperienza maturata sul campo, anche il buon Suzuki ha cercato di volare basso. Piuttosto di far passare l’influenza, le sue suonerie promettono miracoli se si tratta di rilassare la pelle, far venir voglia di pulire la casa, aiutare o impedire il sonno (non c’erano già le ninna nanne e l’heavy metal..?) Perfette anche quelle che scacciano i corvi di cui Tokio sembra infestata. Fin qui niente di particolare insomma…

Poi però c’è quello che non ti aspetti: la “Hanna Sukkiri Melody” che libera il naso a chi è allergico al polline. Per realizzarla non bastava Suzuki, c’è voluta la collaborazione di un’equipe medica. Risultato: una suoneria che contiene diverse frequenze che “risuonano adattandosi alla cavità nasale di ogni persona facendo cadere il polline e liberando il naso”. Per ottenere i migliori risultati però è necessario sintonizzare la frequenza di sintonia alle dimensioni degli zigomi.

E visto che al genio umano (specie se si tratta di soldi), non c’é limite, sono anni che si stanno facendo ricerche su una suoneria capace di aumentare la taglia del seno delle fanciulle. Si tratterebbe di far squillare il telefono con il verso di un neonato per provocare stimoli emotivi e fisici, anche duraturi nel tempo. Non lo dicono… ma la prossima suoneria, sempre sul genere, sarà dedicata ai maschietti: e allora sì che la gente inizierà a telefonarsi da sola.