conversazione telefonica

Stanchi di sentire il solito «tu-tu» del segnale di libero quando telefonate con il cellulare? Nessun problema, tra poco verrà sostituito con una canzone. Il servizio, denominato ‘ringback’, utilizza una tecnologia nata in Corea due anni fa e verrà messo a disposizione dalle compagnie telefoniche per i loro utenti. In questi giorni sbarcherà negli Stati Uniti e ben presto arriverà anche da noi.

In pratica si potrà sostituire il classico segnale di «libero» del proprio telefono e scegliere con quale colonna sonora farsi attendere. Siete nervosi? Mettete un bel gruppo di heavy metal. Siete felici? Programmate “mamma guarda come mi diverto” di Jovanotti.. Insomma ognuno sarà l’arrangiatore musicale del proprio umore. Una suoneria che in qualche modo ci rappresenterà e dalla quale chi ci telefona potrà scoprire che tipi siamo ancora prima di sentire la nostra voce. Ma non è tutto, oltre ad acquistare i brani preferiti, si potrà decidere anche a chi farli ascoltare e quando, programmando fino a 12 combinazioni diverse.

Ovviamente il servizio avrà un costo (1-2 euro al mese) che andrà in parte ai gestori di telefonia mobile e in parte alle case discografiche ben felici di mettere a disposizione i brani dei loro cataloghi: “le suonerie ringback, rispondono all’esigenza di personalizzare la comunicazione”, ha affermato Andrea Rosi, Business Development Director di BMG Ricordi. E anche all’esigenza del bussiness: il fatturato dei ringback previsto per l’Europa, è di oltre 16 milioni di euro.