Non smette di stupire il gruppo dei cdza e anche quest’oggi pubblichiamo molto volentieri uno dei loro esperimenti musicali che dopo i brani col fischio, i medley delle suonerie e il pianoforte suonato a 14 mani, questa volta si chiama ‘Storia abbreviata della musica occidentale in 16 Generi’. In pratica hanno preso un brano famoso come “What a Wonderful World” inciso con grande successo da Luis Amstrong nel 1968 e lo hanno riarrangiato in 16 modi diversi ripercorrendo l’evoluzione della musica occidentale dal canto gregoriano fino al dubstep. Il bello dei loro video è che uniscono umorismo, conoscenza e capacità: tanto di cappello.