Sassofonista suona storia del jazz

La storia del jazz in breve dalla nascita fino ad oggi per scoprire artisti, musicisti famosi e stili in America e Italia. Un riassunto della musica afroamericana dal blues al bebop fino e alle avanguardie moderne

La storia del jazz corre di pari passo con l’evoluzione della società americana. E’ quindi importante non solo dal punto di vista del linguaggio musicale. Dovrebbe interessare chiunque voglia capire meglio la società americana da un punto di vista artistico, culturale e sociale. Anche perché  tutti sanno quanto quel modello di società sia presente anche in Italia. Così chi è appassionato di hip hop o ascolta rap italiano potrebbe scoprire che tutto parte da molto da lontano.

La storia del jazz ha a che vedere con fenomeni come la schiavitù dei neri d’America o l’immigrazione. La nascita di questo tipo di musica deriva da un mix di culture e rappresenta la voglia di riscatto da situazioni di povertà, degrado e condizioni di lavoro che possiamo solo immaginare. Non a caso sono gli afro americani ad avere inventato questo genere che è alla base di ogni canzone popolare del secondo dopoguerra. Perchè a ben vedere il linguaggio jazzistico è presente ovunque, dal soul al rap fino alla musica pop. Ci sono influenze stilistiche finanche nella classica del novecento.

Storia del jazz nelle canzoni

Oggi la musica jazz si suona ovunque nel mondo. Nel dopoguerra quando arriva in Italia la sua storia passa attraverso le sale da ballo in cui si sono divertiti i nostri genitori e nonni. Dal dixieland fino allo swing, questo genere inviso dal regime ha rotto una serie di convenzioni prima sociali e poi musicali sotto il profilo ritmico e armonico. Non a caso i musicisti americani ancora oggi interpretano meglio questo linguaggio come parte del nel loro dna. Questione di abitudine per come si interpreta il tempo. Mentre la storia della musica italiana è fatta di marcette e opere suonate in battere, in America i neri pensavano in levare.

La storia del jazz è tutta nelle canzoni leggere del dopoguerra cantate da artisti come Nicola Arigliano o il Quartetto Cetra. Se cercate su YouTube i loro nomi, li vedrete protagonisti di programmi Rai di grande successo popolare. C’è chi crede che questo sia un genere musicale difficile o una musica elitaria. E’ vero esattamente il contrario e lo dimostra la sua genesi ed evoluzione. Un appassionato conosce Louis Armstrong o John Coltrane ma può ascoltare Brad Mehldau improvvisare sulle armonie dei Radiohead.

Storia del jazz nella società

Nel jazz tutto comincia dal blues e dalla famosa blue note che definisce un intero mondo basato sull’improvvisazione. Ma la sua storia va ben oltre il linguaggio musicale. E’ tra i pochi linguaggi che hanno sempre saputo evolversi di pari passo con la società. Molto prima di sentire parlare di globalizzazione, questo genere con il suo mix popoli africani e influenze europee, anticipa l’evoluzione della società multiculturale in cui viviamo.

La storia del jazz è una lunga strada fatta di tendenze e stili, successi e cadute, compromessi e contaminazioni. A cominciare dai primi del novecento dalle origini di New Orleans, non si è ancora fermata. Oggi rappresenta ancora un linguaggio aperto e variegato, sempre più difficile da definire. Rimane il fatto che è una musica fatta di improvvisazione che non finisce mai di stupire.

Riassunto storia del jazz

I primi brani di ragtime sono stati incisi su disco nel 1917, ma blues e gospel si suonavano molto tempo prima in America. Dal pianoforte e chitarra, si passò a formazioni che comprendevano sax, clarinetto, tromba, trombone e tuba che si esibivano in feste e funerali. La tecnica jazzistica ha preso il volo nel 1925 con gli assolo di Louis Armstrong. Negli anni ’30 arrivarono lo stile Chicago e poi lo swing delle sale da ballo. Il Bebop arriva negli anni ’40 rivoluzionando ancora una volta tutto, dagli assolo alla costruzione armonica dei brani. Jazz ancora oggi significa cambiamento ed evoluzione.

RedhotJazz Siamo agli albori della storia del jazz. In questo sito vengono presentati la vita e i suoi protagonisti dagli inizi del ‘900 fino al 1930. New orleans, Chicago, NewYork: le biografie di jazzisti scanditi attraverso il tempo e le loro città di riferimento

Biografie jazzisti famosi Da Jelly Roll Morton passando da Louis Armstrong e Duke Ellington. La vita dei jazzisti raccontata attraverso l’evoluzione del linguaggio

New Orleans Museum La città in cui è nato il blues presenta un museo virtuale con strumenti, registrazioni, immagini, film sulle origini del jazz

Jazzstyles Tutti gli stili della storia del jazz dalle origini ad oggi: un percorso didattico con spezzoni di video e brani da ascoltare

Jazzphotos The golden age, le più belle fotografie dei grandi della storia del jazz degli anni ’30 e ’40 con gallerie dei jazzisti da guardare online

Wiki L’evoluzione dela musica afro americana dalle origini ad oggi. La fonte di Wikipedia è una tra le più complete quando si tratta di andare indietro nella storia

Treccani Cosa meglio della Treccani per divulgare la storia anche quando si tratta di musica? Le varie epoche della storia del jazz con periodi e protagonisti di questo importante genere musicale