A distanza di 10 anni da ‘Sacred Love’, ecco il nuovo album di canzoni inedite registrate in studio da Sting. Il disco si intitola ‘The Last Ship’ che diventeranno anche la colonna sonora di un musical omonimo che verrà presentato a Broadway.

La storia è ispirata ai luoghi e al cantiere navale di Wallsend, in Inghilterra, dove Gordon Summer è nato e ha trascorso la sua giovinezza. Sting ha lavorato al progetto negli ultimi tre anni collaborando con il produttore Rob Mathes (Sting, Eric Clapton, Elton John, Lou Reed, Carly Simon), lo sceneggiatore John Logan (noto per avere scritto Skyfall) e Brian Yorkey, mentre lo spettacolo sarà diretto da Joe Mantello, l’attore e regista noto per le produzioni teatrali di ‘Wicked’.

Dopo avere conquistato 17 Grammy Awards con 8 album pubblicati in studio come solista dopo lo scioglimento dei Police e dopo ‘Symphonicities’ con la Royal Philharmonic Concert Orchestra, Sting torna così con un progetto che va al di là della musica, un racconto che mischia i ricordi personali alla complessità del mondo e delle relazioni, il passare del tempo e l’importanza della famiglia e della comunità all’ombra dell’industria cantieristica scomparsa nel 1980 a Newcastle dopo avere dato forma alla città.

The last ship di Sting è venduto in versione digitale e fisica (cd e vinile) in due versioni, una con 12 canzoni e l’altra con 5 tracce supplementari tracce, mentre una super deluxe edition contiene 2 dischi con 20 tracce all’interno di imballaggi speciali. Per lanciare il disco Sting eseguirà brani da ‘The Last Ship’ in una serie di 10 concerti di beneficenza al Public Theater di New York, una organizzazione dove si organizzano eventi di arte. Un numero limitato di posti gratis saranno dedicati ai fans il giorno di ogni performance mentre i prezzi dei biglietti per chi vorrà assistere agli spettacoli andranno da 250 a a 2.500 dollari.