Soundcloud è la più grande piattaforma online dedicata ai musicisti di tutti i generi, dilettanti, professionisti o meno, che vogliano fare ascoltare al mondo intero le loro canzoni. Sarà per questo che anche Apple sembra interessato ad acquistarla?

Il sito fa un pò con la musica quello che YouTube è per i video e infatti solo una piccola percentuale degli utenti che propongono i loro brani ha alle spalle grandi etichette.

Cos’è Soundcloud Ascoltare i suoni dello spazio della Nasa piuttosto che l’ultimo dei cantanti del mondo, unire l’alto e il basso è la caratteristica che ha fatto il successo di YouTube e non sarà un caso se Soundcloud, nato nel 2008, vanta già 350 milioni di utenti di cui 175 milioni attivi. D’altronde caricare musica è gratis fino ad un massimo di 3 ore di registrazioni audio; per chi vuole più spazio ci sono due tipi di abbonamento, Go Pro (6 ore di upload) e Go Unlimited che come si può capire offre uno spazio illimitato per 9,99 euro al mese.

Modello di business Questi abbonati sono stati fino ad oggi l’unica entrata di Soundcloud che comunque ha i conti ancora in rosso e perde svariati milioni di euro tutti gli anni. Ovvio che i suoi fondatori, pur essendosi dedicati ai musicisti indipendenti dall’inizio, ora siano alla ricerca di un nuovo modello di business. Quale? Recentemente la Warner ha fatto un accordo per inserire il catalogo dei suoi artisti da ascoltare gratis in cambio di pubblicità, sul modello degli altri siti di streaming. Le altre major forse arriveranno convinte dal numero di utenti messi sul piatto, anche perchè Spotify e Pandora ne hanno molti meno, rispettivamente 40 milione 76 milioni, contro 350 milioni di Soundcloud.

A chi fa gola Per chi non lo avesse ancora capito, su internet in qualsiasi settore, sia che si tratti di social, di shopping, di viaggi o di musica, sono i grandi numeri a fare la differenza e se volete dire la vostra votate al sondaggio qui a lato. Quando ci sono i click, milioni di click, si muovono gli investori e la finanza, tanto che per Soundcloud si parla di una valutazione di 700 milioni di dollari. Saranno quelli che spenderà Apple per acquisirla, oppure Google? Chissà. Certo è che che per Apple il servizio potrebbe essere con Beats l’arma vincente rappresentando una meravigliosa fonte d’avanguardia per la scoperta di nuove canzoni e artisti.