orto in vaso

Appassionati di cucina naturale? Ecco una serie di consigli e soluzioni utili per fare un orto in vaso a casa. Basta un balcone o un terrazzo per avere una alternativa alla spesa. Coltivare è una passione contagiosa per tutta la famiglia salutare ed ecologica che fa risparmiare tempo ed energia

Per quale motivo tanta gente spende tempo per fare un orto in vaso a casa? La freschezza è garantita con la produzione nostrana. Sul balcone o in terrazzo, in vasi e in contenitori particolari tutto è concesso. Divertente e gratificante con poco lavoro il risultato è assicurato. Rimane un ultimo problema: come fare un orto casalingo?

Per chi è alle prime armi, ama la cucina naturale e vuole avvicinarsi senza grossi investimenti alla passione dell’orto in vaso il primo step accessibile potrebbe essere coltivare erbe aromatiche. In questo caso meglio acquistare piantine già pronte. Sono facili da curare si rivelano un modo semplice ed economico per avere a disposizione un mix di erbe aromatiche. Arricchire il gusto di ogni piatto, preparare infusi e sperimentare nuove combinazioni. Gli aromi fanno bene anche alla digestione e non solo. In un eventuale progetto di orto a casa sono da valutare anche i fiori commestibili. Lavanda, rosmarino, calendula e persino i petali della rosa sono amici in cucina.

Come fare un orto in vaso casalingo? Servono alcuni accorgimenti tecnici e tanta buona volontà. Niente è lasciato al caso, occorre pianificare. Esistono vari sistemi per coltivare le varie piante. Ecco quali sono i vantaggi.

Coltivare piante in vaso

Le esigenze di ogni pianta viene rispettata. Si possono spostare agevolmente a seconda delle situazioni e raggruppare quelle con le stesse caratteristiche. Facile da creare.
Prendere un vaso, aggiungere circa 2 centimetri di ghiaia sul fondo e riempire il vaso con terriccio leggero a base torba. Fare un un foro nel terriccio con un dito e posizionare la piantina. Annaffiarla con acqua mischiata a un poco di fertilizzante liquido.

Provare con le verdure baby. Hanno bisogno di poco spazio, maturano prima e mantengono intatti il sapore. Sono solo più piccole. Esistono in commercio varietà nane di vecchie verdure tradizionali ma in alternativa si possono utilizzare le sementi tradizionali e semplicemente raccoglierli prima della completa maturazione. Ma se volete potete provare anche con le patate!

Cosa coltivare a casa

A portata di mano e costantemente sott’occhio vigile. Lattuga, ravanelli, erba cipollina, spinaci e senape possono essere coltivati con un orto in vaso a casa insieme alle erbe aromatiche (eccetto il rosmarino). L’attenzione è alla luce, non troppa nè troppo poca. E alle correnti d’aria. Annaffiare con acqua a temperatura ambiente in abbondanza ma senza lasciarle in ammollo.

Ogni tanto una leggera doccia di acqua tiepida serve a togliere la polvere e sporco sulle foglie. Arieggiare spesso i locali. La temperatura ottimale è tra i 18-23 gradi. Concimare spesso il terreno e travasare in un contenitore più grosso quando le radici cominciano a fuoriuscire.

Orto fai da te con serre e cassoni

Sono strutture di varie forme e dimensioni che permettono di allungare la stagione di crescita e di raccolto dell’orto anche nelle stagioni fredde. Ne esistono di diverso tipo ed è possibile fabbricarle da sè. Le più economiche sono le campane in plastica con struttura portante in ferro, plastica o legno. Utile per far germogliare i semi. L’importante è fornire un’adeguata ventilazione e fare attenzione a non lasciare che la temperatura superi i 40°.

Per chi cerca qualcosa di più originale e di design si chiama Growroom il giardino sferico componibile creato dal laboratorio innovativo di Ikea. Ideale per coltivare piante, verdure ed erbe. La struttura è in perfetto stile nordico, con liste in legno compensato da assemblare in 17 passaggi. Si sviluppa in altezza (circa 2,75 metri) ed è possibile sedersi al suo interno e osservare le coltivazioni.