scrittura

La tecnologia delle tastiere avanza e la scrittura con penna in carattere corsivo si dimentica. Le nuove generazioni scrivono poco o niente, utilizzano lo stampatello e un linguaggio pieno di simboli che riducono, impoveriscono il linguaggio e la creatività. Si parla di emergenza culturale.

Anno dopo anno si perde sempre più la capacità di scrivere con la penna e in particolare si dimentica il carattere corsivo, quello lega le linee e i pensieri con ritmo e musicalità, donando leggerezza e personalità all’intera pagina… una vera e propria forma d’arte in via d’estinzione. Ma cosa dicono gli esperti?

Secondo i medici specialisti l’uso del corsivo influenza la mente di un ragazzo positivamente, oltre alla riduzione lessicale sono le capacità motorie legate alla scioltezza e abilità che insieme alla pressione della penna esercitata sul foglio a venirne meno. Inoltre con l’abbandono del corsivo anche la creatività in generale sembra sminuita, livellata a semplice segno senza identità.

Cosa succede all’estero? Molti Paesi dell’Europa si sono resi conto del pericolo culturale legato alla perdita di capacità di scrivere di molti alunni nelle scuole e sono ricorsi a misure preventive: in Gran Bretagna molte scuole hanno ripreso ad usare la penna stilografica per costringere così gli studenti a imparare a scrivere bene e anche in Francia, negli istituti superiori, si assiste a una riabilitazione del dettato per gli studenti che dimenticavano di accentare molte parole.

Anche in Germania il problema legato all’uso della grafia è sentito e dibattuto su molti fronti mentre la Finlandia ha deciso di adottare definitivamente il digitale abbandonando l’insegnamento nelle scuole della scrittura manuale sostituita da attività manuali come il disegno, la creta, la musica. In Italia le attività manuali alternative sono poche e già a metà percorso scolastico primario il corsivo si tende a consideralo sempre meno con la conseguente perdita di abilità manuale.

Il problema è che anche i genitori e soprattutto gli insegnanti non conoscono più la scrittura corsiva, semplicemente perchè lo hanno dimenticato.