Mamma a sciare con bambini per la prima volta

Sciare è uno sport fantastico perchè unisce destrezza e gesto tecnico alla possibilità di passare intere giornate all’aperto lontano dallo smog cittadino tra montagne e luoghi incontaminati. Ma lo sci da discesa è anche uno sport impegnativo che richiede giusta preparazione tecnica, abbigliamento, attrezzatura, adeguata alimentazione, conoscenza delle norme di sicurezza e buona forma fisica a seguito di uno specifico allenamento.

Sciare non è difficile o pericoloso, ma principianti o bambini alle prime armi o che si mettono gli sci la prima volta devono seguire alcune regole per vestirsi, mangiare e comportarsi sulle piste in modo corretto. Cos’è la conduzione e come districarsi su gobbe, piste nere o con neve artificiale? Quali sci da discesa acquistare e come scegliere le offerte più convenienti o le località migliori per una settimana bianca o una giornata con i bambini?

Indice

Sciare da bambini

Sciare con i bambini può essere una esperienza entusiasmante per mamme e papà, ma anche essere fonte di stress e presentare qualche rischio se la prima giornata sulla neve non viene preparata con un abbigliamento, allenamento e tecnica opportune. Solo con i giusti consigli i genitori appassionati di sci possono condividere con i loro piccoli campioni la bellezza della montagna e degli sport invernali. L’aria aperta e il contatto con la natura faranno il resto.

Secondo gli esperti è possibile cominciare a sciare da bambini fin dai 4 anni di età, ma trascorrere una giornata, un weekend e persino una settimana bianca divertente sulla neve può essere una bellissima esperienza ad ogni età. Ovviamente per i principianti è necessario fare un pò di attenzione e non esagerare mai nell’affrontare discese o situazioni troppo impegnative e pericolose. Sulla neve è sempre bene essere prudenti, rispettare le regole e fare le cose con calma facendosi aiutare da esperti e maestri.

Esistono scuole di sci certificate in ogni buona località sciistica. I prezzi dipendono dalla singola località e dalla bassa o alta stagione. Vanno dalle 30-50 euro all’ora per una lezione singola, ma si può risparmiare facendo lezioni di gruppo. In questo caso ovviamente il tempo che il maestro dedica ad ogni allievo è minore ma si possono evitare le cattive abitudini e posture sugli sci che in seguito saranno molto difficili da cancellare.

Imparare a sciare da adulti

Lo sci è uno sport che richiede una certa familiarità e la cui passione viene di solito tramandata di padre in figlio. Quando papà e mamma sciano, imparare a sciare è un pò come imparare a camminare. Diverso il discorso per chi si avvicina agli sport invernali per la prima volta e vuole cominciare da zero, magari attratto dall imprese degli uomini o donne della coppa del mondo di sci in televisione.

Come prima cosa sarebbe opportuno evitare di farsi insegnare dall’amico che si sente un campione ma che nel 90% è uno sciatore scarso, rigido e incapace e spericolato. Molto meglio affidarsi ad un maestro esperto o qualcuno che scii dall’età di 5 anni almeno 20 giorni ogni stagione. In questo caso la prima cosa che vi consiglierà saranno i giusti sci, scarponi e abbigliamento. Sono finiti i tempi degli sci in legno legno degli anni ’60, i nuovi modelli da carving sono un concentrato di design, tecnologia, tecnica.

L’evoluzione dello sci da discesa come sport non è mai finita. La scelta dell’attrezzatura da sci non è assolutamente solo una questione estetica o di moda. Ogni stagione sciistica cambiano materiali e forme di sci e scarponi ed insieme la tecnica. Avere informazioni e consigli adatti alle diverse esigenze è una tappa obbligatoria della stagione invernale.

Abbigliamento per sciare

L’abbigliamento da sci in montagna è fondamentale come l’attrezzatura. Coprirsi troppo non serve e anzi provoca malanni, ma anche avere mani o piedi congelati è sconsigliabile. La vestizione a strati è la migliore, cominciando da una maglietta aderente in lana merino o poliestere, che trattiene il calore e allontana l’umidità. Il cotone è da evitare perchè se si suda rimane bagnato tutto il giorno. Non mettere calze troppo pesanti e indossare il casco.

Sopra una giacca a vento abbastanza calda si può indossare solo un maglione più largo a collo alto o pile con cerniera in modo che l’aria possa circolare. Altrimenti meglio mettere uno strato isolante leggero sotto il maglione. I pantaloni devono essere imbottiti al punto giusto da essere caldi ma essere in materiale traspirante per rimanere asciutti anche in caso di cadute sulla neve. Le imbottiture possono servire a evitare botte sulle ginocchia e sul sedere.

I bambini sugli sci devono vestirsi bene per scongiurare episodi di raffreddamento, fastidi ai piedi e mani. La tuta da sci per i bambini deve essere in grado di fornire la migliore protezione dal freddo e se il clima è particolarmente gelido, sono da prevedere anche bandane per naso e bocca in modo che l’aria fredda non entri direttamente nei polmoni con la respirazione. Indossare sempe occhiali e maschere per proteggere gli occhi dal sole o da eventi atmosferici come neve o vento gelido.

Il casco per i bambini è obbligatorio in qualsiasi comprensorio sciistico e sono da prevedere anche eventuali protezioni per la schiena. Gli sci devono essere della lunghezza adatta, circa 10 centimetri più corti dell’altezza dei bambini. Gli scarponi non devono stringere troppo il piede ma nemmeno essere enormi in previsioni che il figlio cresca. Al massimo, scegliendo una misura in più, è possibile utilizzare una doppia calza per essere tranquilli di finire la stagione senza buttare soldi inutilmente.

Alimentazione sugli sci

Sciare richiede molte energie e alimentarsi in modo corretto è fondamentale prima, durante e dopo una giornata sugli sci. Alla mattina bisogna quindi preparare una colazione sana che per lo sciatore deve essere abbondante, leggera e contenere circa il 20% dell’energia giornaliera. Si può iniziare la giornata con caffè, tazza di latte (o yogurt), fette biscottate, cereali o pane con poco burro e marmellata e un pò di frutta. Per i bambini pane o biscotti, marmellata, burro e anche cioccolato. A metà mattina sulle piste si possono mangiare un pò di cioccolata fondente o dei biscotti.

Il pranzo deve essere leggero con pasta o riso poco conditi in bianco o al pomodoro, una minestra, oppure un panino con prosciutto crudo o bresaola, frutta e caffè. Durante la pausa pranzo è bene non esagerare con cibi pesanti ed anzi possibilmente escludere polente, brasati, cotolette e patatine difficili da digerire. Rimettendosi subito a sciare o a giocare con la neve altrimenti si rischia di prendere freddo e accusare disturbi digestivi.

In montagna l’aria é fredda e molto secca e attraverso la respirazione si perdono molti liquidi. Inoltre principianti e bambini facendo molta fatica potrebbero sudare molto. La prima regola quando si va a sciare è quindi bere molta acqua e bevande calde come tè o cioccolata. Anche se il clima è rigido, sciando si perdono molti liquidi e sarebbe il caso di bere qualcosa frequentemente per non disidratarsi, evitando le bevande zuccherate.

Se alimentarsi e bere nel modo corretto è decisivo per stare bene e non affaticarsi rapidamente, finito di sciare è importante reintegrare le forze con una merenda con tè con biscotti o frutta. Per cena si devono incamerare un pò di energie spese nella giornata. Mangiare un primo con pasta, riso o minestra, un secondo con proteine (carne, uova, pesce o legumi), insalata o verdure e frutta.

Sciare in sicurezza

Sciare non è pericoloso ma per divertirsi già dalla prima volta è bene osservare degli accorgimenti per evitare infortuni più o meno seri. Mettersi sugli sci senza essere abbastanza allenati ad esempio è un errore grave. Lo sci è uno sport faticoso che utilizza molti muscoli che proteggono ossa, tendini e legamenti da lesioni anche importanti. Per affrontare una settimana bianca, qualche settimana prima é bene fare ginnastica presciistica in grado di potenziare i muscoli delle gambe e delle braccia.

Per evitare di farsi male appena arrivati sulle piste è anche importante effettuare dei movimenti per riscaldare i muscoli. Non bisogna iniziare a sciare rigidi, ma preparare i muscoli allungandosi, scaldandosi e facendo stretching attivo. Il semplice allungamento non serve, meglio muoversi, camminare, fare una corsetta e fare degli affondi per allungare fianchi e muscoli posteriori della coscia. Fare pause e riposarsi quando si è stanchi é una buona abitudine perché lo sci brucia molta energia e con i muscoli affaticati è più facile infortunarsi.

Indossare il casco quando si scia è obbligatorio per i bambini ma anche per gli adulti un copricapo protettivo è la scelta migliore. Rispettare i limiti personali e i regolamenti delle piste. Non sciare su piste nere o troppo difficili se non si è in grado e non uscire dalla pista battuta. Sciare in compagnia di un amico è più sicuro. Nel caso si scii da soli lasciare detto quali piste si fanno e decidere un punto in cui ritrovarsi.

I principianti dovrebbero sciare in comprensori piccoli o di medie dimensioni meno affollati, magari con piste facili esposte al sole con neve anche più morbida e facile. L’orario migliore per sciare con i bambini è dalle 10 alle 13: sono più in forma sia da un punto di vista muscolare che mentale. Il periodo migliore per la settimana bianca è tra fine febbraio e marzo, quando le giornate sono più lunghe e il sole scalda di più. Non esagerare con il tempo dedicato all’attività sciistica, soprattutto i primi giorni: il bambino si stanca facilmente.

Regole per gli sciatori

Dal primo gennaio 2022 vale il decreto 40 del 2021 che impone nuove regole per chiunque voglia sciare sulle piste da sci delle località italiane. Sull’esempio del codice della strada per i guidatori di auto e moto, queste nuove regole per gli sciatori prevedono multe pesanti per chi sugli sci ha una condotta spericolata che può causare incidenti o mettere a rischio la vita delle altre persone.

Le norme di comportamento degli utenti delle aree sciabili prevedono obblighi per gli sciatori e per i gestori degli impianti. Il casco è obbligatorio per i minori di 18 anni, così come una polizza assicurativa obbligatoria che garantisce eventuali danni a terzi e che deve essere compresa nello skipass. E’ vietato sciare dopo avere ingerito alcolici o sostanze che verranno rilevati con alcoltest sulle piste. Pesanti sanzioni saranno a carico di chi verrà trovato con valori fuori norma.

Sulle piste non sono previsti limiti di velocità ma gli sciatori devono tenere presente proprie capacità tecniche, condizioni meteo, segnali sulla pista ed eventuale affollamento per tenere sempre un comportamento prudente. Stesse regole di buon senso e prudenza devono valere negli incroci e nei sorpassi sulle piste, mentre le soste sono vietate sotto i dossi e nei punti in cui la pista presenta passaggi obbligati.

Sci online

Sciare può diventare una passione davvero dirompente e qualsiasi bambino o adulto con un pò di allenamento e impegno può diventare un bravo sciatore. In questo articolo abbiamo dato alcuni consigli per principianti e bambini sugli sci la prima volta, ma internet offre una immensa risorsa di informazioni per chi ama gli sport invernali. Ecco alcuni risorse che possono aiutare nella scelta di attrezzatura e località.

Neve Italia Sezione del portale dedicato agli sport invernali che informa su tutti gli avvenimenti importanti legati al mondo dello sci, dalla Coppa Mondiale alle migliori marche con consigli pratici su come scegliere una valida attrezzatura

Sport Invernali Una guida aggiornata sulle stazioni sciistiche per sci e snowboard con bollettini neve, web cam, meteo in montagna e ski test. Notizie sulle nuove tendenze con reportage e offerte per case vacanza in montagna e affitto sci

Sciaremag La rivista dello sci con articoli mensili sull’attività agonistica legata al mondo dello sci: tecnica, sci club, fitness e turismo a portata di tutti. Inoltre notizie di attualità, anticipazioni e video con novità e le tecniche sportive

Skiforum Community online degli sciatori italiani per parlare di neve, montagna, sport invernali, turismo e scambiarsi informazioni e consigli. Un mercatino per vendere e cercare attrezzature nuove e usate è attivo in una sezione apposita