Come scegliere le migliori scarpe da running facendo attenzione ai dettagli e alle esigenze personali per godere di ogni passo della corsa. Marche e modelli di qualità per fare jogging in sicurezza guardando a salute fisica e performance

Correre è un’attività fisica molto salutare e piacevole, ma richiede anche una buona attrezzatura, soprattutto per quanto riguarda le scarpe. Scegliere le scarpe da running giuste può fare la differenza tra una corsa confortevole e una dolorosa, tra prevenire gli infortuni e causarli, tra migliorare le prestazioni e peggiorarle. Ma come si fanno a scegliere modelli e le marche di scarpe da corsa più adatte alle proprie esigenze?

In questo articolo esploreremo il mondo delle scarpe da running, considerando la scelta dei materiali e l’importanza della giusta ammortizzazione, parlando delle migliori marche e dei modelli più consigliati. Daremo alcuni consigli pratici sui criteri da seguire per trovare le calzature perfette per fare jogging, allenarti e migliorare le tue performance in sicurezza in base al tipo di corsa, terreno, alla forma del piede e al budget.

Indice

L’importanza delle scarpe da running

Le scarpe da running sono l’elemento fondamentale dell’attrezzatura di un corridore. Non solo proteggono i piedi dagli urti e dalle abrasioni, ma influenzano anche la postura, la stabilità, l’ammortizzazione, la trazione e la traspirazione. Una scarpa da corsa inadatta può causare problemi come vesciche, calli, unghie incarnite, tendiniti, fasciti plantari, dolori articolari e muscolari.

Una scarpa da corsa adeguata invece può migliorare il comfort, la sicurezza e le prestazioni di chi corre. Un’ammortizzazione adeguata assorbe gli impatti con il suolo e protegge le articolazioni e i muscoli da stress eccessivi. Un sostegno ottimale mantiene il piede nella posizione corretta e previene problemi di postura e di allineamento.

Una buona flessibilità permette al piede di adattarsi al terreno e di seguire il movimento naturale della corsa. La traspirabilità favorisce la ventilazione del piede e previene il surriscaldamento e la formazione di vesciche. Non esiste una scarpa da running universale che vada bene per tutti i corridori. Ogni persona ha caratteristiche fisiche, abitudini e preferenze diverse che devono essere rispettate.

Come scegliere le scarpe da corsa

Scegliere bene le scarpe da running è fondamentale per garantire il benessere fisico e migliorare le prestazioni sportive. Con le scarpe giuste infatti, potrai correre più a lungo, più veloce e con meno fatica, sfruttando al meglio le tue potenzialità. Inoltre, potrai prevenire il rischio di infortuni che possono compromettere la salute e la passione per la corsa. Per scegliere le calzature con cura si deve tener conto dei seguenti fattori:

Tipo di corsa Non è lo stesso correre su strada o su sterrato, correre a ritmo lento o veloce, correre per brevi o lunghe distanze. A seconda del tipo di corsa che si pratica, si possono scegliere scarpe running più o meno leggere, più o meno ammortizzate, più o meno flessibili, più o meno robuste.

Terreno Influisce sul tipo di suola e di battistrada delle scarpe da running. Su terreni asfaltati o cementati, si possono usare suole lisce e sottili che favoriscono la scorrevolezza e la reattività. Su terreni sterrati o irregolari, si possono usare scarpe con suole spesse e scanalate che garantiscono una maggiore aderenza e protezione.

Forma del piede Determina il tipo di appoggio e di pronazione del corridore. L’appoggio è la parte del piede che tocca per prima il suolo durante la corsa: può essere l’avampiede, il mediopiede o il retropiede. La pronazione è il movimento di rotazione interna del piede che avviene dopo l’appoggio: può essere neutra, pronata o supinata. A seconda della forma del piede, si possono scegliere scarpe con diversa larghezza, altezza della tomaia, curvatura della suola e ammortizzazione.

Prezzo Il costo delle scarpe da running varia in base a marca, modello, qualità e tecnologia. Non sempre il prezzo è sinonimo di qualità, e non è detto che le calzature più costose siano le più adatte a un determinato corridore. Ma in generale, la qualità ha un costo in termini di durata, innovazione e personalizzazione.

Scarpe da running più performanti

L’evoluzione delle scarpe da running negli ultimi anni è stata molto spinta, tanto da rivoluzionare il mondo della corsa professionistica facendo cadere record apparentemente imbattibili. E’ il caso della maratona maschile, dove il keniano Eliud Kipchoge è stato il primo uomo a scendere sotto il limite delle 2 ore. Anche in campo femminile le prestazioni nell’atletica leggera sono sempre più sbalorditive. Cosa sta succedendo?

Gli atleti oggi utilizzano scarpe da running speciali, che pesano meno di 200 grammi e hanno suole realizzate con materiali come il carbonio o il Pebax, plastica dall’incredibile elasticità. Secondo gli esperti queste innovazioni stanno modificando le regole del gioco, garantendo ai corridori il 20% di risposta in più nel contatto con l’asfalto. Tra i produttori si è scatenata una vera gara a chi sforna il prodotto più performante.

La voglia di migliorarsi nelle gare amatoriali spinge anche i corridori della domenica ad acquistare modelli più performanti, come la scarpa Vaporfly della Nike. Chi volesse acquistare queste scarpe innovative, dovrebbe comunque farsi consigliare da uno specialista. Più che scegliere marca o modello su internet, per correre senza soffrire o procurarsi danni, è utile capire come si appoggia il piede nella corsa.

Migliori marche di scarpe da running

Sul mercato esistono molte marche e modelli di scarpe da running, che si differenziano per caratteristiche, prestazioni, design e prezzi. L’appassionato di corsa può confrontare le diverse opzioni e caratteristiche, valutando il rapporto qualità prezzo prima di fare un acquisto. Alcune delle marche più famose e apprezzate sono:

Nike E’ una delle marche leader nel settore delle scarpe da running, che offre modelli per tutti i gusti e per tutte le esigenze. Tra i modelli più popolari ci sono le Nike Air Zoom Pegasus, le React Infinity Run, le Air Zoom Vomero e le Nike ZoomX Vaporfly

Adidas Marca storica nel mondo delle scarpe da corsa, che si distingue per la qualità, la tecnologia e lo stile dei suoi prodotti. Tra i modelli più venduti ci sono le Adidas Ultraboost, le Solar Boost, le Adizero Boston e le Adidas Adizero Adios

Asics Marca giapponese specializzata nelle scarpe sportive, che si basa sulla ricerca scientifica e sull’innovazione per offrire modelli performanti e confortevoli. Tra i modelli più apprezzati ci sono le Asics Gel-Nimbus, le Gel-Kayano, le Cumulus e le Asics Gel-DS Trainer

Brooks Azienda americana dedicata esclusivamente alle scarpe running, che si focalizza sulla biomeccanica e sulla sostenibilità per creare modelli adatti a ogni tipo di corridore. Tra i modelli più consigliati ci sono le Brooks Ghost, le Glycerin, le Launch e le Adrenaline GTS

Saucony Società americana con una lunga tradizione nel campo delle scarpe da running, che si caratterizza per la semplicità, la funzionalità e la versatilità dei suoi prodotti. Tra i modelli più richiesti ci sono le Saucony Ride, le Kinvara, le Triumph e le Guide

Diadora Nel sito ufficiale una panoramica dei prodotti sportivi che il marchio italiano offre al pubblico. La sezione dedicata alle calzature per la corsa e il tempo libero mostra le caratteristiche dei suoi prodotti

Fila Nel sito ufficiale le immagini dei modelli di scarpa per correre prodotti dalla famosa azienda italiana che da anni commercia in abbigliamento sportivo

Manutenzione delle scarpe da corsa

Hai trovato le tue scarpe da running ideali per fare jogging, ma sai come mantenerle in buone condizioni il più a lungo possibile? Le calzature per chi corre sono un investimento importante, sia dal punto di vista economico che dal punto di vista della salute e del benessere. Per questo, è bene seguire alcuni accorgimenti per preservarne la qualità e la funzionalità. Ecco alcune semplici regole di cura e manutenzione:

Pulisci le scarpe dopo ogni uscita. Non lasciare che lo sporco, il sudore e i batteri si accumulino perché possono danneggiare i materiali e causare cattivi odori. Usa un panno umido e un detergente delicato per rimuovere le macchie e le impurità dalla tomaia, dalla suola e dalla linguetta. Evita di usare prodotti aggressivi o sbiancanti, perché possono alterare i colori e la struttura della scarpa. Lascia asciugare le scarpe all’aria aperta, lontano da fonti di calore diretto, come il sole o il termosifone.

Non lavarle in lavatrice. Anche se può sembrare una soluzione comoda e veloce, potrebbero rovinarsi irreparabilmente. Il movimento rotatorio e l’acqua calda possono deformare le scarpe da running, compromettere l’ammortizzazione e la stabilità, e causare lo scollamento delle parti incollate. Inoltre il detersivo e l’ammorbidente possono lasciare residui che possono irritare la pelle o favorire la proliferazione di funghi e batteri.

Cambia le solette regolarmente. Sono la parte delle scarpe che assorbe il maggior impatto con il terreno e il sudore del piede. Per questo motivo, tendono a usurarsi più rapidamente rispetto al resto della scarpa. Per mantenere un buon livello di comfort e igiene, è consigliabile cambiare le solette ogni 300-500 km di corsa, o anche prima se si notano segni di usura o cedimento. Puoi scegliere tra diverse tipologie di solette, in base alle tue esigenze di ammortizzazione, sostegno, traspirazione e prevenzione degli infortuni.

Alterna più paia. Se corri spesso, è bene avere più di un paio di scarpe da running a disposizione, per evitare di sottoporre sempre le stesse scarpe a stress e fatica. In questo modo, permetti alle calzature di riposare e recuperare la loro forma originale tra una corsa e l’altra, prolungandone la durata e la funzionalità. Inoltre puoi scegliere tra diversi modelli in base al tipo di allenamento che intendi fare, al terreno su cui corri e alle condizioni climatiche.

Sostituisci le scarpe quando sono consumate. Anche se segui tutti i consigli precedenti, arriverà il momento in cui dovrai dire addio alle tue calzature preferite e dovrai acquistarne di nuove. Hanno una vita media di circa 800-1000 km di corsa, ma questo dato può variare in base al peso del corridore, allo stile di corsa, al tipo di terreno e alla qualità delle scarpe. Puoi osservare alcuni segnali, come l’usura della suola, la perdita di ammortizzazione e reattività, la comparsa di dolori o fastidi durante o dopo la corsa.