sausage party

Si intitola Sausage Party, Vita Segreta di una Salsiccia, il nuovo film animato vietato ai minori che entra nel mondo del junk food tra battute dissacranti, linguaggio scurrile e sceneggiatura da film del terrore

Malgrado non sia adatto a tutta la famiglia, negli Stati Uniti il film animato Sausage Party ha già incassato milioni di dollari. Un risultato invidiabile per una pellicola che la stessa critica ha accolto positivamente: trama sorprendente e particolarmente stimolante, ricco di doppi sensi, giochi di parole e varie allusioni: in una parola “divertente”.

E’ abbastanza inconsueto che un film di animazione non sia adatto ai bambini. Forse il richiamo al junk food è stato troppo forte? Il vero motivo è la scrittura e la regia affidata a personaggi esemplari per comicità e voglia di sovvertire le regole: la sceneggiatura è di Seth Rogen e Evan Goldberg, mentre la regia è affidata al duo Conrad Vernon (animatore e sceneggiatore dei primi Shrek e co-produttore di Madascar) e Greg Tiernan esperto nel campo dell’animazione per bambini.

Il primo trailer del film comparso in America la dice lunga sulla modalità narrativa adottata dai due registi, in particolare da Seth Rogen nei panni del mitico signor Disney alle prese con l’annuncio di un nuovo personaggio da lanciare sulla scena. Una vera parodia che si estende anche al mondo della Pixar. Del resto la scelta stessa del protagonista del film sovverte ogni regola: una salsiccia di nome Frank innamorata dell’hot dog Brenda che vuole a tutti i costi scoprire la verità sulla sua esistenza.

Trama del film al cinema

Sausage Party si svolge principalmente all’interno del supermercato Shopwell (anche il nome non è casuale) dove vivono i personaggi del film come scatole, barattoli e generi alimentari colorati. Tutti come fossero essere umani con occhi, bocca e veri sentimenti: ognuno è disposto nella propria corsia con le proprie certezze, paure e incomprensioni su ciò che li attende “al di là”. Sarà solo una questione di tempo: scopriranno la triste realtà di finire nello stomaco delle persone o surgelati in qualche frigorifero. L’unica salvezza è fuggire?

Miracolo della tecnologia o della scrittura, Sausage Party è una vera e propria storia avventurosa che vuole emozionare e magari far riflettere. Dato il successo al cinema, il tentativo di realizzare un film piacevole e divertente del regista Vernon è sicuramente riuscito.