sconti e saldi

Per chi è riuscito a ritardare gli acquisti dopo le feste di Natale si apre la possibilità di acquistare accessori e prodotti di abbigliamento a prezzi super scontati. Ma quest’anno anche i saldi invernali sono a rischio flop.

Dopo che i consumi natalizi sono calati di circa 400 milioni di euro i negozianti non si aspettano nulla di positivo nemmeno per la stagione dei saldi invernali. Comunque chi se lo potrà permettere approfitterà degli sconti e dei prezzi ribassati che per la stagione autunno inverno cominceranno i primi giorni di gennaio in tutte le maggiori città italiane, ed in particolare il 5 gennaio a Roma e Milano.

La Confcommercio stima che ogni famiglia spenderà nella stagione degli sconti circa 400 euro in prodotti di abbigliamento e accessori moda, in pratica il 18% della spesa complessiva annuale dedicata a questi prodotti, ma complice la crisi economica, il calo degli affari nella prossima stagione di saldi invernali 2013 rispetto all’anno scorso sarà anche del 30-40%. Insomma, dopo un Natale all’insegna del risparmio che ha visto addirittura le famiglie tagliare del 18% le spese per l’abbigliamento, non ci sarà la consueta corsa ad accaparrarsi i giubbotti di moda a prezzi ribassati. Sicuramente chi entrerà nei negozi starà ancora più attento a valutare l’effettiva validità dell’offerta della merce in saldo.