Rumore auto elettriche quale suono scegliere

I progettisti di automobili hanno sempre cercato di ridurre rumori e fruscii ma ora si trovano a fare i conti con un altro problema: il rumore delle auto elettriche non c’è ma bisogna invertarselo per motivi di sicurezza

Le auto elettriche rappresentano il futuro della mobilità per la gioia dell’ambiente, del nostro portafoglio e anche delle nostre orecchie. Ma se per qualcuno guidare un’auto silenziosa sarebbe il massimo, per chi non può fare a meno di sentire il rombo del motore e soprattutto per la sicurezza di pedoni e ciclisti, il poco rumore delle auto elettriche potrebbe essere anche un problema.

La crisi ha convinto i governi ad incrementare gli sforzi per offrire incentivi ed aiutare le ricerche per produrre non solo prototipi, ma veri modelli ad emissioni zero. Non stiamo parlando di un futuro troppo lontano. Pensate a città in cui il frastuono delle automobili sia sostituito da sibili impercettibili, fruscii leggeri come il vento. Un sollievo per le orecchie e per la salute: recenti studi sul rumore hanno sottolineato come il sottofondo del traffico alla lunga possa provocare non solo stress, ma addirittura gravi disturbi all’apparato cardiocircolatorio.

Tra qualche anno le nuove auto elettriche probabilmente sostituiranno del tutto i rumorosi ed inquinanti motori a scoppio con motori elettrici a zero emissioni, anche da un punto di vista acustico. Un rumore impercettibile di appena 3db a basse velocità e un suono pargonabile a quello di un normale aspirapolvere a 60 chilometri orari. Eppure, sembrerà strano, ma anche quello delle auto elettriche silenziose é già diventato un problema.

Rumore auto elettriche

Esclusi gli amanti del silenzio, nella società moderna siamo talmente abituati a convivere con il rumore, che non ne possiamo più fare a meno. Ecco allora che una macchina silenziosa può diventare un pericolo: per pedoni, bambini, ciclisti ma anche per i non vedenti. La questione è in discussione al Parlamento Europeo che, vista l’accelerazione del mercato delle auto ibride o elettriche, ha studiato una norma per obbligare i costruttori a farle suonare, magari tutte allo stesso modo, sotto i 20 Km/h.

Un rumore che le renda riconoscibili e che non trasformi le città in una jungla di suono addirittura peggiore di quello attuale. Già, perchè la testa dell’uomo non ha limiti e in giro c’é già di tutto: kit da applicare a biciclette per farle rombare come Harley Davinson, sistemi con sensori al laser che trasformano Smart elettriche in jet al decollo, auto ibride che fanno il verso delle mucche, utilitarie che sembrano locomotive e così via.

Quale rumore per le auto elettriche

Anche il Dipartimento dei Trasporti degli Stati Uniti (DOT) sta studiando una norma per rendere obbligatorio il rumore nelle auto elettriche. Ecco perchè anche il nuovo Modello 3 della Tesla, una delle macchine di nuova generazione più blasonate, sembra già pronta con un altoparlante nella parte inferiore dell’auto. La stessa cosa sembra riguardare la nuova Chevrolet Volt.

Nello studiare il rumore delle auto elettriche ci sono ovviamente da rispettare le regole sull’inquinamento acustico. Per non annullare il vantaggio dei nuovi motori silenziosi si tratta di arrivare ad un compromesso tra sicurezza e confort, ma non solo. Tempo fa Audi ha realizzato uno studio approfondito sull’argomento in particolare per la sua nuova Supercar R8 e-tron.

Rumore auto elettriche da corsa

Il bolide Audi da 313 cavalli sarà equipaggiato con un altoparlante da 40 watt per veicolare fuori dall’abitacolo il suono che gli ingegneri tedeschi hanno composto appositamente per quest’auto.

Infatti come si vede nel video, non si tratta semplicemente di un suono di motore preregistrato da qualche auto con motore a scoppio. Per la R8 e-tron, utilizzando sintetizzatore e tracce audio campionate come in una sala di registrazione musicale quando si arrangia un brano, è stato sviluppato un sistema denominato e-sound che genera il suono in tempo reale tenendo conto diversi parametri come le velocità del veicolo e di rotazione del motore

Ogni modello di Audi R8 e-tron, a seconda degli allestimenti e in particolare della potenza del motore, sarà contraddistinto da un suono unico che gli ingegneri hanno voluto importante ma non invadente. Si è cercato insomma di a unire l’atmosfera tranquilla della tradizionale esperienza di guida elettrica con il piacere di guida e la sicurezza di viaggio, specie in ambienti urbani. Ammesso che pedoni e ciclisti non riescano a notare prima questo bolide che sfreccia nelle vie della città.