risparmiare in cucina

Risparmiare in cucina e non sprecare è diventato un obbligo che si traduce in uno stile di vita consapevole della sacralità della terra: gettiamo nella spazzatura tonnellate di cibo all’anno e ci dimentichiamo che le risorse naturali sono limitate. Cosa fare? Ridurre e prevenire gli sprechi è un imperativo etico

Partire dal quotidiano, pianificando la spesa per risparmiare in cucina: pensare a cosa si mette nel carrello in funzione a ciò che già si ha in casa per non rischiare di accumulare cibo che poi inevitabilmente perde di principi nutritivi, si deteriora e finisce nella spazzatura. Basta pensare che per i soli prodotti vegetali lo scarto arriva fino al 40% del peso totale dell’articolo. Cosa succederebbe se si riuscissero ad utilizzare questi avanzi?

Trasformare è la parola chiave, con un poco di fantasia anche gli scarti possono rivivere e regalare piatti gustosi ricci di principi nutritivi. Tutto o quasi può servire per creare frittate anche con la pasta avanzata, mousse e passati di verdure con gli avanzi dei finocchi, foglie di sedano, la parte più verde del porro, le foglie più esterne di insalate, carciofi e cavolfiori, broccoli e verza.. da frullare insieme e servire con pane raffermo condito con un goccio di olio extravergine. E ancora risotto al salto, robollita e pappa al pomodoro come grandi classici per risparmiare in cucina.

Gli scarti sono una ghiotta occasione per mettersi alla prova e rivalutare sapori dimenticati, come le care polpette della nonna insieme ai numerosi piatti tipici regionali, quelli così detti ‘poveri’ creati con i prodotti di stagione a portata di mano. Privilegiare i prodotti locali e la filiera corta e acquistare direttamente dal contadino oppure entrare nel circuito dei Gas di zona è un altro regalo all’ambiente che insieme ad altre attenzioni possono fare la differenza per risparmiare in cucina.

Le varianti sono davvero infinite anche per le modalità di cottura e di conservazione. Polpette fritte, in umido con sugo di pomodoro e persino cotte in pentola pressione come una minestra possono creare una divertente e gustosa alternativa. Fondamentali sono l’uso delle erbe aromatiche come prezzemolo, rosmarino, timo e salvia che in piccole quantità regalano un sapore piacevole inconfondibile mentre per la conservazione l’attenzione è rivolta all’igiene dei contenitori, del frigorifero e del freezer.