Musicisti, chitarristi, jazzisti, direttori d’orchestra… Ma insomma, in questo mondo solo gli uomini sanno suonare? E le donne? Ci sono eccome. Ecco la storia di una ragazza con chitarra speciale.

Oltre alle ben note doti vocali delle cantanti, si fa strada una nuova generazione di ‘musiciste’ che nulla hanno da invidiare ai colleghi maschietti. Con un tocco di fascino femminile in più che non guasta. Oggi parliamo di Orianthi, baby chitarrista rock voluta sul palco anche da Michael Jackson e che con lui avrebbe dovuto esibirsi nel suo ultimo tour. Proprio così, la chitarra rock, strumento maschile per antonomasia che chitarristi come Jimi Hendrix hanno trasformato in simbolo fallico, strumento di seduzione estrema, urlo di animale selvaggio elevato a totem da un’intera generazione, eccolo domato da una ragazza greco-australiana di 24 anni.

Un “angelo con la chitarra” l’ha definita una dei suoi padrini, tale Carlos Santana. Certo, perchè oltre alla tecnica, le dita che scorrono agilmente sulla sei corde, la musicalità, l’energia e tutto il resto di cui deve essere dotato ogni buon musicista, Orianthi ha pure viso e fisico da modella, che nel mondo dello spettacolo può anche aiutare. Fascino a parte, Michael Jackson l’aveva ingaggiata per il suo tour This Is It solo dopo averla ascoltata interpretare un brano rock di Eddie Van Halen.

In quel caso si era esibita sola davanti a lui. Non facile vincere l’emozione, ha confidato poi agli amici, nemmeno per una ragazza figlia di un musicista greco che ha iniziato a suonare il pianoforte a 3 anni, a 6 anni a studiare chitarra acustica e a 11 quella elettrica, per ritrovarsi poi su un palco con il famoso chitarrista Steve Vai a 15 anni e a 18 con Carlos Santana, che l’ha invitata sul palco a suonare ad un suo concerto.

Orianthi, nata ad Adelaide, cresciuta tra Francia e Inghilterra, ora vive a Los Angeles e tra gli altri ha già suonato con artisti come Prince, Eric Clapton, ZZ Top, Mary J. Blige e pubblicato due album dove si è messa alla prova anche come cantante. “Non amo cantare”, spiega “però con le parole è più semplice fare arrivare il tuo messaggio che solo con la musica strumentale”.

Il suo desiderio è che le ragazze ascoltandola si mettano a suonare uno strumento ed entrino a far parte della schiera di musiciste. “Non è facile essere una donna in un mondo dominato da musicisti uomini”. Non che di ragazze con la chitarra non ce ne siano state: Joni Mitchell, Joan Jett, Jennifer Batten, Donita Sparks, Bonnie Raitt… Un pò pochine a dire il vero. Dunque, cosa aspettate?