Donna colpita da raffreddore soffia il naso

Raffreddore come si cura naturalmente e cosa fare per sconfiggere in fretta i sintomi più frequenti causati dal virus? Rimedi naturali e immediati per naso chiuso che non passa, mal di testa e gola infiammata in bambini e adulti

Il raffreddore come curarlo naturalmente e in fretta? Tutti vorrebbero una rapida risposta a questa domanda dato che vengono puntualmente colpiti da questo tipico disturbo invernale. Se le cure immediate e miracolose non ne esistono, ci sono invece una serie di rimedi naturali che possono allieviare naso chiuso e mal di testa.

Raffreddore come si prende? L’importante è tener ben presente che questa malattia è una infezione virale estremamente contagiosa. Si diffonde con una aggressività notevole soprattutto negli ambienti chiusi dove le goccioline emesse con gli starnuti o i colpi di tosse hanno modo di annidarsi. Su tavoli e scrivanie in ufficio o di casa, superfici del bagno, giochi, libri, smartphone. Dall’ascensore al bancomat è incredibile quante occasione abbiamo ogni giorno per contrarre virus. Basta anche un semplice contatto con la persona malata e il malanno si trasmette.

Raffreddore cosa fare

Farmaci e antibiotici è meglio dimenticarli. Non servono a niente se non ad alleviare i dolori muscolari e il mal di testa che un semplice raffreddore porta con sè. Analgesici e paracetamolo sono da assumersi secondo le dosi prescritte solo in caso di forte mal di testa o di febbre. Meglio invece concentrarsi sull’alimentazione per aumentare le difese immunitarie con cibi e tisane preparati secondo natura.

Sono raffreddato cosa posso fare? Innanzitutto è bene chiarire una cosa. Nei primi tre giorni che segnano il picco di massima sintomatologia e contagio, per una durata complessiva di circa una settimana, quiete e relax sono le parole d’ordine. Quindi bisogna riposare e stare a letto: spegniamo lo smartphone e diamo la possibilità alla malattia di sfogarsi e di fare il suo corso.

Raffreddore rimedi naturali

Se abbiamo visto cosa non fare, esistono invece alcuni consigli e suggerimenti da prendere per sentirsi meglio, liberare il naso chiuso e dare sollievo al mal di testa. Si tratta dei classici rimedi della nonna che sono molto più efficaci se applicati con cura.

  • Idratarsi e bere molto Bere molti liquidi che non siano bevande ricche di zuccheri e conservanti. Evitare bibite gasate, lattine e succhi industriali che affaticano il nostro metabolismo e abbassano le difese immunitarie. Via libera ad acqua, centrifughe e spremute casalinghe che facilitano la fluidificazione del muco e l’eliminazione delle sostanze tossiche. Anche il classico brodo di pollo e verdure aiuta nell’azione antinfiammatoria.
  • Mangiare poco e bene Tra i rimedi naturali raffreddore è il più semplice per chi non ha altre particolari patologie: meno si mangia e meglio è. Abolire gli zuccheri raffinati e i grassi animali come latticini e carne in particolare. Ridurre al minimo i cereali come maggiori produttori di muco che aggravano l’intossicazione già esistente. Preferire vegetali e frutta freschi da consumare in piccoli porzioni diluite durante il giorno per non affaticare ulteriormente l’organismo già impegnato nella lotta contro i virus.
  • Sudare Tisana di fiori di tiglio con una buona sudata è il mix ideale per alleviare i sintomi, a patto di essere a letto e adeguatamente coperti. Si può aggiungere il miele o potenziare la tisana con fiori di sambuco. Sono da evitare gli abiti troppo pesanti e l’aggiunta di troppe coperte mentre si dorme. Il corpo ha naturalmente bisogno di disperdere il calore.

Raffreddore naso chiuso

Se non riuscite a dormire e respirare bene la notte per il naso chiuso mettete qualche goccia di olio essenziale di eucalipto e melaleuca (tea tree) direttamente sulla federa del cuscino in modo da inalare i vapori durante il sonno. E’ bene areare i locali dove si è dormito e soggiornato appena possibile, cambiando stanza per non subire sbalzi di temperatura. Fare brevi passeggiate all’aria aperta lontani dal traffico per respirare aria fresca e pulita.

  • Lavaggi nasali Fare gargarismi con acqua salta e adottare la pratica dei bagni nasali con succo di limone oppure con acqua e sale marino integrale: si versa il liquido in un contenitore basso e largo e si tira su con il naso, prima da una narice poi dall’altra o da entrambe soffiando sempre con il naso per espellere il muco pieno di virus.
  • Usare la cipolla Un ottimo rimedio da usare così come si presenta: cruda tagliata a fettine e messa in un piattino vicino al letto riduce il gonfiore delle mucose grazie ai vapori sulfurei che sprigiona naturalmente. Anche immergere per qualche minuto una fetta in un bicchiere di acqua bollente per poi bere l’acqua durante la giornata può aiutare. Ma non solo, aglio, rafano e crescione crudi contribuiscono a liberare le vie respiratorie e combattere i batteri patogeni e insieme allo zenzero possono fare miracoli.
  • Fare suffumigi e inalazioni Un’altro ottimo consiglio se non si riesce a respirare e il naso è completamente tappato, per cercare di migliorare la situazione e comunque provare un pò di sollievo, è quello di preparare una tisana di camomilla o infuso di timo bollente e riempire una bacinella, coprendo la testa con un asciugamano e respirando a pieni polmoni i vapori per qualche minuto. Meglio non avere fretta di smettere, più tempo riuscite a respirare i vapori meglio è.

Raffreddore è sempre contagioso?

Il raffreddore è sempre estremamente infettivo, in particolare quando siamo stanchi, stressati e siamo reduci da periodi in cui il consumo di zuccheri è particolarmente alto. Sono tutti casi in cui il livello di allerta del sistema immunitario si abbassa. Le nostre difese sono localizzate principalmente nell’apparato digerente e dipendono dalla dieta che deve essere il più possibile sana ed equilibrata.

La prevenzione del raffreddore segue regole comuni a tutte le malattie ad alto rischio infettivo che si diffondono soprattutto in anziani, ammalati per altre cause e bambini.

  • Lavarsi le mani bene più volte al giorno in particolare durante gli episodi di starnuto.
  • Usare fazzoletto di carta da buttare facendo attenzione a non toccarsi bocca o naso.
  • Asciugamano usarlo da soli e non condividerlo in famiglia.
  • Respirare aria fresca può aiutare a non contrarre il virus.
  • Coprirsi adeguatamente e fare attenzione agli sbalzi di temperatura
  • Mangiare alimenti di stagione che non disperdano calore. Evitare gelati o cibi estivi.