hotel in italia

Come sono i prezzi degli alberghi nelle città e nelle località di vacanza italiane? Cari, ma non in tutte le città. Se Venezia è la città più costosa dove gli aumenti nel 2011 si sono fatti più sentire, i prezzi degli hotel di Torino sono in calo e Bologna è la città più economica.

I dati, raccolti dal sito Hrs che offre un servizio di prenotazioni online di hotel e alberghi di tutte le categorie in Europa e nel mondo, mettono Venezia in testa alla classifica dei soggiorni nelle città italiane dai prezzi più elevati (123 euro di media a notte, +4,38% sul 2010), mentre Bologna con 80 euro è la città con hotel più a buon mercato e in calo dell’1.41%. In mezzo troviamo Milano (102 euro a notte, +3,01% sul 2010 ), Roma (99 euro, – 0,5%), Genova (98 euro, +4,45%), Firenze (95 euro, +5,36%) fino a Torino dove i prezzi per una stanza di hotel nel 2011 sono scesi del 9,34% a 82 euro. Località più cara d’Italia si conferma Cortina con una media di 231 euro a notte per una camera d’albergo, seguita da madonna di Campiglio (210 euro) e Selva Val Gardena (198 euro).

Come sono i prezzi degli alberghi italiani rispetto alle altre città europee? Compresi tra i limiti di Zurigo, la città più costosa con 157 euro per notte (+13% sul 2010) e Praga (62 euro a notte), mentre per pernottare negli hotel di Vienna, Parigi, Praga e Amsterdam e Londra i prezzi si sono alzati mediamente del 6%. Per quanto riguarda gli altri paesi del mondo, la città dove è più costoso pernottare in hotel è New York (180 euro a notte), ma non scherzano nemmeno Rio de Janeiro e Sidney che aumentano i loro prezzi rispettivamente del +30% e del 16%.