prevenire obesità

Essere in forma non solo per un fatto estetico: i disturbi di origine alimentare causano gravi problemi alla salute e vanno combattuti da giovani. Come prevenire obesità, sovrappeso e anoressia? Con un dispositivo elettronico che registra peso del cibo e velocità di consumo

Viviamo circondati da dispositivi elettronici che fino a qualche decennio fa era impossibile solo immaginare. Eppure sembra proprio ci sia un gran bisogno di controlli esterni per regolare anche le funzioni naturali, come ad esempio quella della sazietà, per prevenire obesità, sovrappeso, bulimia, anoressia. A quanto pare i disturbi legati all’alimentazione sono sempre più frequenti e legati alla depressione e all’ansia.

Senza affidarsi esclusivamente alle diete, per risolvere questi problemi la tecnologia ha sviluppato nuovi dispositivi adatti a regolare i bisogni dell’uomo. Questa è l’ultima trovata: si appoggia il piatto su una bilancia e il gioco è fatto. Il computer registra il peso dei cibi e anche la velocità con cui si mangia. In questo modo viene registrato il tempo impiegato per consumare il cibo che risulta molto importante nella definizione di una corretta alimentazione.

Il dispositivo in questione si chiama Mandometer ed è stato creato in Svezia come parte di un programma della Ue per la prevenzione delle malattie. La sperimentazione è avvenuta in Inghilterra per combattere l’obesità, ma non solo. L’Università di Bristol lo ha già sperimentato su centinaia di pazienti obesi con risultati positivi.

Come funziona il Mandometer?

In pratica, il dispositivo controlla come stiamo mangiando e un messaggio vocale viene inviato automaticamente se si sta esagerando con le dosi o se si sta mangiando troppo in fretta: “Per favore, mangia più piano”, recita una voce registrata. Si, perchè forse si tende a dimenticare l’importanza di mangiare lentamente: oltre ad assaporare i cibi e favorire la digestione masticare bene i cibi fa scattare un meccanismo di sazietà che riduce la voglia di ingerire cibo in eccesso.

Obesità e sovrappeso, oltre ad essere patologie molto pericolose, hanno costi sociali altissimi e sono tra le più grandi sfide per la sanità pubblica di molti paesi. Secondo l’organizzazione mondiale della sanità (Who) l’obesità è raddoppiata in tutto il mondo tra il 1980 e il 2014 e riguardano circa 2 miliardi di persone. La prevenzione nel combattere i disturbi di origine alimentare, tra cui è compresa ovviamente l’anoressia, giocano un ruolo determinante.