portafoglio monete

Siete in giro per la città e perdete il portafoglio? Nessun problema se vi trovate ad Helsinki, un pò meno altrove. Ecco ‘Lost Wallet’ la classifica delle città più oneste al mondo stilata da Readers Digest. Manca l’Italia.

Non pensate subito male: Roma, Milano o Napoli non sono nella classifica delle città più oneste non perchè siano nulle le probabilità che qualcuno riporti il portafoglio perso. Semplicemente l’esperimento sociale ha tralasciato le città italiane e francesi. In attesa di scoprire perchè è avvenuta tale dimenticanza… il test per le altre città del mondo in cosa consisteva? In pratica abbandonare in vari luoghi 12 portafogli e verificare se il legittimo proprietario veniva contattato, oppure verificare se chi l’avesse ritrovato si fosse rivolto alle autorità restituendolo integro completo di denaro e documenti.

Tra le città oneste Helsinki in Finlandia svetta al primo posto, con addirittura 11 portafogli su 12 ritrovati e restituiti ai legittimi proprietari Alla domanda del perchè di tanta integrità e correttezza, alcuni degli onesti cittadini hanno risposto che l’onestà è una convinzione interiore, frutto di una comunità piccola, tranquilla, solidale e senza corruzione…

Per chi pensa all’India come paese del terzo Mondo, il secondo posto spetta a Mumbai, con 9 su 12 restituiti. ‘Io insegno ai miei figli che bisogna essere onesti, proprio come i miei genitori mi hanno insegnato’ ha affermato una madre responsabile del bel gesto. Per chi invece pensa ai paesi dell’est in un certo modo, buon terzo Budapest, in Ungheria, dove sono stati restituiti 8 su 12 portafogli.

Fuori dal podio New York (8 portafogli su 12), Mosca a parimerito con Amsterdam (7 su 12), Berlino (6 su 12) poi Lubiana in Slovenia (6 restituiti), Londra e Varsavia (5), Bucarest e Rio de Janeiro, Zurigo, che fa fare alla Svizzera una figura non eccelsa con 4 portafogli restituiti su 12, seguita da Praga, Repubblica Ceca (3), Madrid (2) e Lisbona con un solo fortunato su 12 ad avere indietro il suo portafoglio.

In conclusione dei 192 portafogli smarriti nel test ne sono stati restituiti 90, il 47 per cento. Dai profili dei cittadini che hanno restituito il portafoglio si è potuto capire che l’età non fa la persona onesta, così come non conta nemmeno essere maschi o femmine e nemmeno essere ricchi o poveri. Avere uno spiccato senso civico, essere consapevoli e fieri dei propri diritti e doveri nei confronti della comunità è una caratteristica che probabilmente si impara fin da piccoli se si ha la fortuna di avere dei buoni maestri.