casa mozart

Davvero ascoltare la musica di Mozart può rendere più intelligenti? Una serie di studi e considerazioni sull’argomento

Oramai tutto lo sanno: ascoltare buona musica è funzionale al benessere dell’uomo, così come i suoni armoniosi fanno parte della natura umana in un magico equilibrio di chimica, corpo, mente e anima. Ma quale genere o compositore è meglio ascoltare per subire i suoi effetti positivi? Secondo alcuni studi ascoltare musica di Mozart sarebbe in grado di stimolare le funzioni cognitive di apprendimento e memoria. E’ da molti anni che si discute sul fatto che suonare possa rendere più intelligenti.

Ultimamente esiste un tipo di analisi non invasiva del comportamento del cervello sottoposto alla musica che permette di vedere le sue reazioni durante l’ascolto, piuttosto di fare prove con animali. Gli studi sul cosiddetto ‘effetto Mozart’ iniziati nel 1993, trovano ora conferma in una ricerca dell’Universita’ del Wisconsin Oshkosh negli Stati Uniti. Alcuni topolini sottoposti alla musica di Mozart hanno visto aumentare l’attivita’ di geni e sostanze del cervello che rimodellandosi lo rendono piu’ attivo favorendo la formazione di nuove connessioni (sinapsi) tra neuroni, processo alla base della memorizzazione. Inoltre è emerso che la musica di Mozart potrebbe aiutare a rallentare i sintomi nei malati di Alzheimer o di altri disturbi neurodegenerativi.