pattinaggio sul ghiaccio

Il fascino del pattinaggio sul ghiaccio conquista grandi e bambini e non solo nella stagione invernale. Nelle principali città ci sono palazzetti in grado di soddisfare la voglia di scivolare su una pista ghiacciata tutto l’anno

Pattinare su una pista ghiacciata è una vera magia. Lo sanno bene i bambini affascinati dal successo del cartone animato ‘Frozen‘ ambientato in Norvegia. Una nazione dove il pattinaggio sul ghiaccio è tra le attività più praticate. Ma questa attività è molto diffuso in altri paesi europei amanti degli sport invernali.

Ad esempio in Austria il pattinaggio sul ghiaccio arriva appena dopo lo sci in ordine di importanza. Mentre in Germania è normale trovare piste di pattinaggio all’aperto su laghi ghiacciati e al chiuso in palazzetti super attrezzati. Eventi e feste dedicate al pattinaggio sul ghiaccio sono la regola anche nei Paesi Bassi. Qui i bambini iniziano a pattinare anche prima di aver imparato a camminare. E persino in Francia questo sport acquista di popolarità. A Parigi esiste Le Grand Palais des Glaces. La più grande pista di pattinaggio sul ghiaccio indoor aperta da dicembre a gennaio.

Ma anche in Italia la voglia di pattinaggio sul ghiaccio non manca. Ormai nelle principali località turistiche invernali è sempre più frequente trovare ampie piste per pattinare persino la sera a suon di musica. E poi in città i palazzetti del ghiaccio assicurano l’apertura fino all’estate. Qui si organizzano corsi per adulti e bambini a partire dall’età di due anni, oltre allo spazio libero aperto a chiunque voglia divertirsi.

Età giusta per imparare a pattinare

Il pattinaggio sul ghiaccio è uno sport completo al pari del nuoto. Adatto allo sviluppo del bambino sin dalla più tenera età. Si può iniziare a praticare già dall’età di due anni. Poi ognuno può scegliere la propria specialità. Pattinaggio artistico o pattinaggio di velocità allenano diverse capacità fisiche e mentali.

Altro discorso per chi vuole solo farsi una pattinata sul ghiaccio ogni tanto. L’importante è essere buoni sportivi, avere un minimo di coordinazione, senso dell’equilibrio ma soprattutto per imparare serve buona volontà. Allontanare la paura di cadere è la prima regola, irrigidisce la muscolatura. Sui pattini bisogna trovare il baricentro per rimanere in equilibrio. Aiutano le ginocchia piegate e le braccia aperte. Meglio sbilanciarsi e cadere in avanti.

Benefici pattinaggio sul ghiaccio

  • Allena le articolazioni gioca sull’equilibrio e la coordinazione.
  • Le braccia svolgono un importante ruolo, aiutano tutto il corpo a rimanere sui pattini.
  • Tonifica e rafforza i muscoli delle gambe e dei glutei.
  • Aiuta la postura e il buon funzionamento dell’apparato circolatorio e respiratorio.
  • Pattinare fa dimagrire. Dipende dalla velocità e dal freddo circostante (se fuori all’aperto o al chiuso). Più fa freddo e il ghiaccio è duro e più si bruciano calorie (da circa 350 calorie all’ora fino alle 600 e più).

Abbigliamento per pattinare

Vestirsi a strati. Meglio evitare i jeans e scegliere pantaloni comodi che non si bagnano. All’inizio il freddo si sente ma poi con il movimento ci si concentra su altre priorità. I guanti sono fondamentali. Non esagerare con utilizzare più strati di calze, sono sufficienti un solo paio di media pesantezza. Il caschetto non è obbligatorio ma sicuramente utile

Quanto costa pattinare sul ghiaccio?

Per il pattinaggio sul ghiaccio libero è previsto una prezzo di entrata dai 5 ai 10 euro con in più il noleggio dei pattini (dai 3 ai 5 euro). Il periodo di tempo utile all’interno della struttura è variabile. Si parte dalle 2 ore fino alla possibilità di usufruire di uno speciale abbonamento pomeridiano o mattutino. Di solito sono previsti sconti per i minori di 10 anni e famiglie numerose.

Per chi decide di frequentare un corso i costi sono variabili. In genere al momento dell’iscrizione bisogna valutare la quota di tesseramento alla società e il costo dell’assicurazione. Si parte dai 25 euro a lezione di circa un’ora con la possibilità di acquisto di tessere di 10 lezioni a circa 120 euro.

Oppure si parla di frequenza monosettimanale o bisettimanale nel primo e secondo quadrimestre dell’anno, a partire da 250 euro. Per lezioni private i prezzi salgono. Senza dimenticare la spesa per l’acquisto di pattini su ghiaccio (si parte dalle 30 euro) e della divisa indispensabile per partecipare alle gare oltre a una visita medica specialistica.