natura e arte

Cosa succede quando si incontrano natura e arte contemporanea? Artisti e design da sempre traggono ispirazione dal mondo naturale. Un rapporto vitale alimentato da un scambio continuo che influenza i sensi e la percezione

Quando natura e arte si incontrano? Nel momento in cui l’uomo diventa protagonista, creatore. Dalla ricerca di un posto adatto a una comunione con la natura alla decisione di cosa modificare. Quale aspetto prediligere, materiali, tecniche e in generale tutta una serie di passaggi necessari ad astrarre dagli elementi naturali una parte, per lasciare un segno e definire un percorso proprio.

Se la natura è arte tutto agli artisti tutto è concesso nel rispetto della specificità del luogo. Al pubblico rimane stupore e ammirazione, all’artista l’idea e lo svolgimento. L’ispirazione è rivolta a creare un’opera d’arte sul posto, utilizzando i materiali disponibili come pietre, ghiaia, cortecce o rami. Oppure agli artisti utilizzano elementi evocativi di forme, rumori e odori di materiali organici che possono cambiare con il tempo. Il bosco, ad esempio, si trasforma in una galleria artistica naturale.

Linee, forme e colori giocano a creare composizioni uniche capaci di sorprendere chiunque per la bellezza che evocano. Sassi, pezzi di legni, cortecce e molto altro sono pronti per essere scoperti, portati alla luce dall’intuizione dell’uomo. Ma natura e arte possono rapportarsi in diverse forme come vedremo qui di seguito.

Land Art

Questa forma d’arte è nata negli anni Settanta traendo ispirazione dalla natura del territorio nelle sue infinite forme. Lontano dagli spazi chiusi di un museo, l’arte deve essere creata tramite un intervento diretto sull’ambiente naturale. Gli ampi spazi aperti sono gli ambienti ideali per le opere di artisti anticonformisti che prediligono l’interazione diretta fra uomo e natura.

Spiral Jetty opera di Smithson realizzata sul Grande Lago Salato nello Utah è l’esempio più celebre di ‘arte terrestre’. Oggetto di complesse spiegazioni e significati anche esoterici, questa installazione sottolinea l’inaccessibilità dello spettatore che poteva conoscerla solo attraverso fotografie e documenti.

The Floating Piers sul Lago d’Iseo è un altro esempio di installazione che sfrutta la natura, ma creato con un diverso spirito dal celebre Christo Un’opera straordinaria capace di coinvolgere in prima persona. Lo spettatore non è solo immerso nelle bellezze naturali del paesaggio circostante ma ci cammina sopra.

Arte Sella

Arte Sella è evento che ogni anno (dal 1986) si ripropone nella splendida cornice del Trentino, a Borgo Valsugana. Difficile da spiegare a parole, le immagini sono tutto. In questo luogo natura e arte vivono uno scambio reciproco a sottolineare lo stretto rapporto tra uomo e ciò che lo circonda. Un’occasione per ammirare a cielo aperto opere d’arte create appositamente nel territorio della provincia di Trento da artisti internazionali.

Il percorso artistico di pochi chilometri si snoda tra i prati e boschi incantati tipici della Val di Sella. Ma si rivela soprattutto un modo per comprendere appieno il valore della natura come fonte d’ispirazione e di vita. Angoli magici che regalano opere d’arte che non smettono di stupire adulti e bambini che nel rispetto delle norme stabilite possono toccare, correre e assistere direttamente al processo creativo dell’artista di turno.

Sculture e installazioni come cattedrali vegetali, labirinti sono costruite direttamente sul luogo con sassi, foglie, alberi o qualsiasi materiale naturale. Sempre nel rispetto dell’ecosistema. Ogni anno ci sono nuovi percorsi. Alcune opere vengono donate a gallerie d’arte e musei, altre rimangono sul posto. Vivono e si trasformano con il passare del tempo. Gli agenti atmosferici ne seguono da vicino l’evoluzione fino alla decadenza. E in seguito si decide quando dare spazio ad altre produzioni.