inquinamento dell'aria

Le sostanze inquinanti contenute nell’aria delle città non solo sarebbero causa di malattie negli adulti, ma favorirebbero parti prematuri. E’ solo l’ultimo di una serie di studi dagli esiti preoccupanti.

La ricerca è stata realizzata a Los Angeles, ex simbolo della civiltà dell’auto e capitale mondiale dell’automobile – un pò per la vastità del territorio che si estende per oltre 50 chilometri collegato da una fitta rete di autostrade – triste primato da cui è uscita grazie a una scrupolosa politica che prevede norme severe per i costruttori di automobili e per i cittadini.

Il fatto è che in California il problema dell’inquinamento è condiviso da tutti e spinge gli studiosi a compiere indagini approfondite e i politici ad intervenire. Questa volta i ricercatori hanno monitorato alcune donne in gravidanza in diverse zone della città. I casi di bimbi nati prematuri sono stati identificati abbinando l’età gestazionale alla nascita con i periodi di esposizione a sostanze tossiche dell’aria come gli idrocarburi policiclici aromatici e le polveri fini. Incrociando questi dati con quelli relativi alle probabilità di parto pretermine in base ad altri fattori critici (età della mamma etc.), si è scoperto che in presenza di aria inquinata da traffico automobilistico, le probabilità di parto pretermine aumentano dal 3 al 21% a seconda dei tipi di inquinanti presenti nell’aria e dovuti a traffico automobilistico. Avete mai visto qualcuno fare questo tipo di ricerche nelle città italiane?