musica tecnologia

Musica tecnologia, un legame sempre più stretto tra dispositivi e servizi online capaci di unire artisti e pubblico, produttori e utenti. Ecco alcune delle nuove proposte innovative presentate al Midemlab dalle startup del settore

Quali novità tra musica tecnologia porterà il futuro? Alcune delle idee più convincenti presentate al Midem di Cannes vengono come sempre premiate al Midemlab, un concorso per startup in cui ogni anno vengono scelti 20 finalisti divisi in 3 sezioni: Music discovery, recommendation and creation; Marketing, social engagement and monetisation solutions e poi Hardware, ovvero internet delle cose.

Ci sono tante nuove idee che vedono protagonista internet e la musica digitale per condividere canzoni, suggerire artisti o curare tutti gli aspetti sociali utilizzando le nuove piattaforme di streaming. Qualche startup non manca di guardare al vinile, altri si preoccupano di studiare servizi per fare incontrare pubblico e artisti, piuttosto che compositori o musicisti con il rispettivo pubblico o cliente. Infine le invenzioni per fare musica o imparare a suonare magari facendo un pò meno fatica. Eccole riassunte in questa breve panoramica.

Scoprire e condividere canzoni

TRADiiO (Portugal)
Si tratta di investire moneta virtuale in artisti che si amano. Se l’artista suggerito e in cui si è investito diventa davvero popolare si diventa ricchi e si possono spendere i soldi per acquistare biglietti e t-shirt.

Audioshot (USA)
Una App per iPhone per inviare canzoni ai propri amici utilizzando servizi di streaming come Spotify, Rhapsody, Beats Musica, Pandora, Rdio e Deezer attraverso i consueti canali di messaggistica, da Facebook a WhatsApp

Fusic (Israele)
Una App per iOS e Android app per organizzare Selfie musicali di gente che canta, balla o finge di cantare in playback e che insieme mostra il video originale della canzoneper venire condiviso.

SoundsGood (Francia)
Vuole aiutare gli utenti che ascoltano musica su servizi come SoundCloud, YouTube, Spotify e Deezer a creare playlist sulla base dei suggerimenti di DJ e giornalisti musicali ordinando la musica per stati d’animo e stili

The Best Song (France)
Si definisce come il “TripAdvisor della musica” ovvero vuole servire per scoprire nuova musica attraverso le raccomandazioni degli altri utenti

Linkfire (Danimarca)
“Link intelligenti per il marketing della musica” lo slogan di un servizio nato per condividere la propria musica in più 50 servizi e applicazioni di musica con un singolo URL che può essere pubblicato e condiviso ovunque

Vinyl It (France)
Unisce la nuova moda delle playlist digitali al fascino del vinile: si parte dalla scelta della playlist per creare lp personalizzati che verranno comodamente consegnati a casa.

Suonare e studiare musica

FretX da Labana (Francia)
Un sistema per imparare a suonare la chitarra attraverso dei led che si accendono sul manico indicando quali tasti schiacciare e quando suonare. Ha ottenuto finanziamenti online e verrà messo in vendita entro il febbraio 2016.

FeedYourMusic (Corea)
Un servizio online per chi vuole impare a suonare uno strumento dedicato ad allievi e a insegnanti di musica: attraverso SoundCloud cerca di creare un feedback con il “tuo maestro preferito” che può farsi pagare con video lezioni e compiti a casa.

Gustaf (Belgio)
“Alternativa digitale alla partitura” è una app per la gestione di spartiti digitali che consente di caricare file PDF o file MusicXML e in corpora un diapason incorporato e il metronomo.

SoundBetter (Israele)
Vuole aiutare i musicisti che creano musica e i novelli artisti a “terminare una canzone” collegandoli con studi di mixaggio e mastering, ingegneri, produttori e musicisti professionisti.

VOX da Coppertino (USA)
Vox è un gioco per Mac ora disponibile come App per iPhone. Serve per creare musica a partire da Loop musicali, librerie personali scaricate da da iTunes, SoundCloud ed altre fonti.

Marketing, comunicazione e concerti

CampaignAmp (UK)
Un sistema completo di gestione delle campagne di comunicazione e marketing degli artisti già utilizzato nell’industria musicale da Universal, Sony Music e Syco Musica per XL Recordings, Ministry of Sound e Domino.

Clowdy (UK)
Una startup per creativi di tutto il mondo che si vogliono incontrare parlando dei loro progetti – dalla musica ai video – costruendo una banca dati di informazioni utili per il futuro.

DICE (UK)
Lavora su londra e offre un elenco di prossimi concerti e la vendita di biglietti senza costi di prenotazione

EHCO da The Helping Società Entertainment (USA)
Startup che ha creato un sistema per artisti che vogliono vendere la propria merce, dalle t-shirt ai vinile, per raccogliere fondi per progetti di beneficenza.

Entertainment Factory (Turchia)
Un servizio completo dedicato ad artisti e gruppi per distribuire il proprio lavoro ed aiutarli nella strada della comunicazione web e dei media.

Laniakea Music (UK)
Si propone di aiutare gli artisti a fare più soldi su YouTube attraverso i diritti di utilizzo, sfruttando tutte le caratteristiche e le capacità di marketing del portale di video sharing

UniqueSound (USA)
Un sito dedicato ai compositori professionisti che possono presentare i loro lavori per venire a contatto con etichette o produttori.

Hardware, internet delle cose

Hooke (USA)
Sono cuffie senza fili che incorporano microfoni binaurali capaci di catturare l’audio in 3d. Indossandoli sembra davvero di vivere ciò che si è registrato su fotocamere digitali e altri dispositivi.

Immersive Fm (UK)
Un progetto di interactive audio come nuovo modo di vivere la musica come arte per web, desktop, e mobile attraverso ambienti 3D e video a 360 gradi.

Lucie Labs (Francia)
Un braccialetto LED intelligente e creativo che a ritmo di musica si illumina e compone varie forme colorate di tutti i tipi. Insomma le luci del palco si indossano…

Phonotonic (Francia)
Una interfaccia hardware per controllare ritmo, melodie ed effetti sonori che variano semplicemente muovendo l’oggetto. Attraverso il Bluetooth Phonotonic interagisce con le fonti audio.

Prizm (Francia)
Un player musicale che impara a conoscere la musica che preferiamo per farcela ascoltare tutte le volte che desideriamo interfacciandosi autonomamente con i servizi di streaming senza che serva nemmeno utilizzare lo smartphone.

The Basslet by Rescued Ideas (Germany)
Un braccialetto per trasmettere sensazioni fisiche all’ascolto di musica. Un pò come quando si ascolta musica ad altissimo volume in discoteca, ma senza bisogno di spaccarsi i timpani…

Il Q by Belleds Technologies (USA)
Trasformare le luci di casa in un palco illuminato a tempo con luci colorate è quello che promette questa applicazione per smartphone che ci fa tornare al tempo delle luci stroboscopiche

Trak (France)
Un braccialetto intelligente che promette di fare rivivere i momenti passati in discoteca ascoltando e registrando le playlist per essere ascoltate più tardi. funziona anche come app per smartwatch