mercato della musica

Ascoltare musica fa bene alla salute, ma non solo. Un nuovo studio sperimentale realizzato da ricercatori della Northwestern University di Evanston nell’Illinois (Usa) e pubblicato sulla rivista ‘Ear and Hearing’, sostiene che chi ha familiarità con l’ascolto musicale può avere meno difficoltà nell’ascoltare e comunicare con gli altri anche in situazioni difficili.

Anti stress, ricordi, cuore, intelligenza… sono tanti gli ambiti di influenza della musica sulla psiche e sul corpo umano e ogni giorno vengono annunciate ricerche che confermano l’influenza della musica sulla salute. Un nuovo studio ora pone l’accento sul ruolo che l’abitudine all’ascolto di musica può avere anche nel comunicare con gli altri.

Il test è stato eseguito su un campione di 31 ragazzi con udito normale e un’età media di 23 anni, metà dei quali non aveva nessuna conoscenza musicale, mentre l’altra metà aveva una buona conoscenza della musica ed abitudine all’ascolto. A tutti sono stati fatti ascoltare dei suoni in ambienti resi via via più rumorosi.

La metà più preparata musicalmente ha mostrato una capacità nettamente maggiore di percepire i suoni anche in ambienti molto rumorosi. Il risultato, come ovvio, è stato ancora migliore per i ragazzi che suonavano qualche strumento, ma non è questo che interessava gli studiosi.

La scoperta riguarda tutte le persone senza particolari attitudini musicali. I risultati della ricerca in particolare offrono speranze alle persone con disturbi della comunicazione, o agli anziani con problemi uditivi, i quali potrebbero ottenere un miglioramento delle loro patologie attraverso un percorso guidato all’ascolto musicale.