musica gratis legale

Tutta la musica che vuoi. Gratis. Legale. Dopo le battaglie delle major contro il peer to peer, le multe minacciate e imposte, ecco un servizio che farà diventare buoni anche i più accaniti downloaders. Non a caso si chiama ‘Downlovers.it’ ed è il primo portale dove scaricare musica in modo totalmente gratuito ma senza violare le norme sul diritto d’autore.

Possibile? Dove sta il trucco? Lo spiega lo stesso sito: “Nessun trucco, Downlovers è un sistema di fruizione di musica gratuita basato sulla pubblicità. Questo significa che Downlovers offre alle aziende la possibilità di pubblicizzare il proprio brand all’interno del portale nella forma di video spot o banner e con gli introiti di questa attività regala la musica ai propri utenti.”

In pratica, dopo essersi registrati e aver scelto un brano, il download della traccia è accompagnato da un video spot pubblicitario della durata di 30 secondi. Lo sponsor che compare nello spot è l’azienda che ha pagato per consentire l’ascolto di musica gratuita. I file scaricabili dal sito sono in formato Windows Media Audio (WMA), codificati a 192kbps e protetti da DRM (Digital Rights Management).

Cosa significa questa protezione? I brani possono essere ascoltati un numero illimitato di volte sul computer, scaricati e masterizzati su CD o ascoltati su un player portatile. Le uniche limitazioni riguardano il numero di dispositivi sui quali effettuare il trasferimento e le copie, al pari dei brani acquistati presso altri store online. Per potere leggere i file i lettori MP3/Wma devono essere compatibili con Windows DRM.

Una vera rivoluzione? Chissà, di certo qualche dowloader farà fatica a diventare un downlover: librerie musicali ridotte, funzionamento solo con pc windows e incompatibilità con Apple e iPod potrebbero rappresentare un problema. Però oramai il dado è tratto e a ben vedere dowloaders.it non è che l’ultimo a offrire l’opportunità di ascoltare musica gratuita legalmente, basti pensare ai Radiohead ed ai servizi di condivisione come Deezer, iJigg e Imeem.