ghiacciaio azzurro

Incredibile ma vero se pensiamo al progetto, unico nelle alpi, che vede protagonisti sul ghiacciaio della Val Senales in Alto Adige, veri e propri strumenti ad arco rifiniti di sottili strati di ghiaccio. La sala da concerto è naturalmente costruita interamente di ghiaccio per garantire una temperatura stabile agli strumenti ed offre spazio a più di 100 spettatori.

Un vero e proprio “duomo di ghiaccio” situato nel ghiaccio eterno per ascoltare una musica difficile da definire e anche solo da immaginare… Il programma prevede la partecipazione di musicisti come Giovanni Sollima, Liz Howard, Marta sui Tubi, i “Münchner Symphoniker” e vari artisti, che si esibiranno in diverse serate, in cui si alternano musica classica, jazz, pop e musica etnica suonata su strumenti musicali di ghiaccio.

Sì, avete capito bene, le casse armoniche dei violini, violoncelli e altri strumenti tutti di ghiaccio, sono il risultato della maestranza dell’artista Tim Linhart, liutaio capace di creare strumenti acustici fatti interamente di ghiaccio tenendo ben presente che lo spessore del ghiaccio che forma le casse armoniche ha influenza sull’integrità e sulla qualità del suono. Il classico esempio di armonia fra arte, musicica e ambiente… un’esperienza auditiva e visiva particolare. Già, perchè se alla vista non bastasse il panorama mozzafiato dei 3.200 metri di altitudine, la forma degli strumenti è messa in risalto con una illuminazione creata ad arte. Il pubblico potrà assistere a questi meravigliosi concerti ed ascoltare le note uniche in mezzo alla natura raggiungendo l’omonima stazione sciistica con la teleferica.